Gmg, la prima giornata del Papa in Polonia: contro l’odio trasformatevi in ponti umani

Al battere dei rintocchi di Zygmunt, la più grande campana della Polonia, dalla Torre di Sigismondo sulla collina del Wawel, Papa Francesco ha fatto il suo ingresso nella cattedrale di Cracovia, dedicata ai santi Stanislao e Venceslao. “Qui batte il cuore della Polonia” ha detto l’arcivescovo Dziwisz, che ha dato il suo benvenuto al Papa, aprendo l’incontro con i vescovi polacchi. Tra le domande dei presuli, alle quali il Pontefice ha risposto a braccio, come contrastare la secolarizzazione in Polonia: con la vicinanza alla gente, ha detto il Papa, questa è la cristianizzazione. Avvicinarsi alla gente con misericordia, Liberandosi dell’idolatria del denaro.