Il Papa: il pianto di Gesù, antidoto contro l’indifferenza

Misericordia è amore che si rende visibile anche nel consolare quanti soffrono nel corpo e nello spirito. E’ a loro che il Papa nella solennità dell’Ascensione, ha voluto dedicare la Veglia di preghiera “per asciugare le lacrime”. Nella basilica di San Pietro canti, letture bibliche e testimonianze si sono alternati davanti agli occhi colmi di pietà della Madonna di Siracusa e hanno toccato il cuore del Pontefice. Le lacrime più amare, ha detto, “sono quelle provocate dalla malvagità umana”. Eppure, ha aggiunto il Papa, in questo dolore non siamo mai soli. Gesù non ci abbandona nel momento della prova, Egli è pronto a consolarci, a piangere per noi.