Papa Francesco, Angelus: i Santi della porta accanto

Non solo quelli sul calendario, quelli riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa. I santi, anche con la “s” minuscola, popolano il mondo, magari a un passo da noi e a loro deve andare la gratitudine di un cristiano. Papa Francesco ha presentato così all’Angelus del primo novembre la festa di Tutti i Santi, per la quale presiederà una Messa al Cimitero del Verano nel pomeriggio. Una loro prima caratteristica, ha detto, è quella di appartenere “totalmente a Dio”. In altre parole, hanno “conservato integro” durante la vita il “sigillo” ricevuto nel Battesimo, lo stesso – ha soggiunto il Papa - che ci rende figli di Dio e del quale i credenti devono essere “consapevoli”, perché portano “il cognome di Dio”.