Papa Francesco al Cottolengo: servono anticorpi contro la cultura dello scarto

Come in tante occasioni, durante i viaggi e non, Papa Francesco si è chinato sui dolori delle persone, su quelle donne e su quegli uomini che portano i segni di Cristo crocifisso. Strette di mano, carezze, parole di conforto sussurrate con affetto: si è composto di questo la visita alla chiesa del Cottolengo di Torino, con gli ammalati e i disabili. Il Pontefice ha sottolineato con rammarico che nella medicina e nell'assistenza sociale sono stati fatti grandi progressi, ma si è anche sviluppata una cultura dello scarto. Di qui l'invito a sviluppare gli anticorpi contro questo sistema, che esclude anche gli anziani.