Papa Francesco, al mondo del lavoro: no a un'economia dello scarto

È stato il mondo del lavoro, con tutte le infinite sfumature di una crisi che anche a Torino si fa sentire, il punto di partenza del viaggio di Papa Francesco nel capoluogo piemontese. In quello che è stato uno storico polo di attrazione lavorativa, il saluto di un'operaia, di un agricoltore e di un imprenditore hanno offerto al Pontefice la misura dell'angoscia di quanti non riescono ad arrivare alla fine del mese e di quanti si sentono soli e non tutelati nelle logiche fredde della finanza e dell'economia. Nella piazzetta Reale, davanti a migliaia di persone, giunte sin dalle prime ore del mattino, Papa Bergoglio ha detto no a un'economia dello scarto, auspicando una solidarietà generazionale.