Papa Francesco in Ecuador: lo studio, diritto ma anche privilegio

"Le nostre scuole sono un vivaio", "terra fertile che dobbiamo curare, stimolare e proteggere", in modo da costruire una società nuova, dove non sono le borse e la finanza a fare notizia, ma la morte di un povero senzatetto nel gelo di una notte. Papa Francesco ha incontrato il mondo della scuola e dell'università di Quito e ha ricordato con forza che il bene e la verità non sbocciano dal potere della tecnologia e dell'economia e che è venuto il momento di guardare la realtà in modo organico e trovare delle risposte concrete per arginare il dilagante degrado umano e ambientale.