Papa Francesco in Messico: Dio risveglia la speranza degli ultimi

Un momento lungamente atteso e fortemente voluto. Papa Francesco ha incrociato gli occhi della Vergine di Guadalupe, che custodisce gli sguardi di coloro che la contemplano, riflette il volto di quanti la incontrano. Nella Basilica, precisamente nel camarin, dove è custodita la venerata immagine della Morenita, il Pontefice è rimasto a lungo raccolto in preghiera, in un silenzio vibrante e riverente. Ai piedi della Vergine che nel dicembre del 1531 risvegliò la speranza dell'indio Juan Diego e del suo popolo, Papa Bergoglio ha posto gli affanni e i dolori degli sfollati, degli emarginati, delle madri, dei padri, dei nonni "che hanno visto i loro figli partire, li hanno visti persi o addirittura strappoati dalla criminalità".