Papa Francesco in Messico: i vescovi siano testimoni e non principi

Le campane a festa della cattedrale dell'Assunzione e un giro in papamobile tra le 80.000 persone radunatesi in piazza della Costituzione, una delle più grandi al mondo, ha introdotto l'incontro tra Papa Francesco e i vescovi del Messico. Dopo un lungo momento di preghiera all'altare del perdono, il Pontefice ha pronunciato un discorso denso e programmatico, partendo dallo sguardo della Morenita, che ci insegna che "l'unica forza capace di conquistare il cuore degli uomini è la tenerezza di Dio". Con un passo delicato, il Pontefice ha chiesto a tutti di non perdere tempo ed energie in cose secondarie, nelle chiacchiere e negli intrighi, "negli sterili club di interessi o di consorterie", ma a chinarsicon amore materno sulle tante ferite dell'uomo contemporaneo e di denunciare piaghe come il narcotraffico..