Papa a Czestochowa: Dio ci salva facendosi piccolo, vicino e concreto

Per la prima celebrazione del suo viaggio in Polonia, Papa Francesco ha voluto raggiungere il santuario mariano di Czestochowa, e unirsi ai 4 milioni di pellegrini che ogni anno visitano quello che san Giovanni Paolo II ha definito “il santuario della Nazione”. Dopo il giro in papamobile tra i 500mila fedeli riuniti per la celebrazione del 1050esimo anniversario del Battesimo della Polonia, il Papa è entrato nelle mura del monastero di Jasna Gora, il “monte chiaro”, roccaforte della fede e dello spirito nazionale dei polacchi. Qui, nella cappella della “Madonna nera” ha assistito all’esposizione dell’icona della Madre di Dio così chiamata per la carnagione scura.