Papa a Firenze: La Chiesa, come Gesù, vive in mezzo alla gente e per la gente

La giornata di Papa Francesco a Firenze è stata intensa e scandita anche da momenti di prossimità verso quanti la società tende a scartare, considerandoli quasi invisibili: la preghiera con gli ammalati e i disabili nella Basilica della Santissima Annunziata e il pranzo con i non abbienti nella mensa di San Francesco Poverino. Con l'ascolto, la presenza e gesti tangibili, la Chiesa deve "mantenere un sano contatto con la realtà, con ciò che la gente vive, con le sue lacrime e le sue gioie". E il Pontefice lo ha ricordato celebrando la messa nello stadio comunale Artemio Franchi, precisando che, sull'esempio del Figlio di Dio, "l’unico modo per parlare ai cuori delle persone" è toccare "la loro esperienza quotidiana"...