Papa a Sarajevo: basta urla fanatiche di odio

Il volo AZ4000 è atterrato all'aeroporto di Sarajevo ore alle

. E da subito l'ottavo viaggio apostolico di Papa Francesco è entrato nel vivo con l'incontro con le autorità della Bosnia ed Erzegovina, presso il palazzo presidenziale. A 18 anni dalla storica visita di San Giovanni Paolo II, in quella che è definita la Gerusalemme d'Europa per la coesistenza di diverse culture ed etnie, il Pontefice è giunto come pellegrino di pace e di dialogo, per ribadire che "la collaborazione tra le varie religioni in vista del bene comune è possibile, che anche le ferite più profonde possono essere sanate da un percorso che purifichi la memoria e dia speranza per l'avvenire".