Papa: confessione non sia tortura o interrogatorio

Il peccato è un’espressione di rifiuto dell’amore del Signore, ma è una gabbia trasparente: perché lontani “da Dio non abbiamo più una meta, e da pellegrini diventiamo ‘erranti’”. Con questa riflessione, Papa Francesco ha salutato i fedeli giunti in piazza San Pietro per l’udienza giubilare. Alle migliaia di persone presenti, il Pontefice ha rimarcato l’importanza della riconciliazione, soprattutto in questo Giubileo della misericordia. Dio, infatti, “non si rassegna mai alla possibilità che una persona rimanga estranea al suo amore”.