Papa: il Caucaso divenga una porta aperta verso la pace

Solo una decina di ore, ma intense e significative. La tappa di Papa Francesco in Azerbaijan è stata scandita da una serie di eventi ed incontri. Dopo la messa nella chiesa dell’Immacolata di Baku e il pranzo con la Comunità salesiana, il Pontefice si è recato nel Palazzo Presidenziale per la cerimonia di benvenuto, accolto dal capo di Stato Ilham Heydar Aliyev, con il quale poi si è intrattenuto per un incontro privato. L’esecuzione degli inni e la deposizione di una corona di fiori hanno invece scandito la visita al Monumento ai caduti per l’indipendenza, edificato nel 1998 e considerato l’emblema della lotta per la libertà e l’integrità nazionale.