Papa in Armenia: il mondo ha bisogno di pace, non di armi

Dialogo ecumenico, nel segno dell'amore misericordioso di Cristo, e pace in un mondo insanguinato dagli interessi egoistici e dalla strumentalizzazione della fede. La visita di Papa Francesco in Armenia ha già prodotto un primo frutto concreto: la firma di una dichiarazione comune con il Catholicos Karekin II. Nel documento, siglato a Etchmiadzin, centro spirituale del Paese, si enumerano le drammatiche pagine di violenza del nostro tempo: "innumerevoli persone innocenti uccise, deportate o costrette a un doloroso e incerto esilio da continui conflitti a base etnica, politica e religiosa nel Medio Oriente e in altre parti del mondo".