Papa in Egitto: L’unico estremismo dei credenti è quello della carità

Oltre ogni paura per nuovi atti terroristici contro le Chiese cristiane in Egitto, la messa di Papa Francesco al coloratissimo stadio “30 giugno” dell’aeronautica al Cairo è stata una vera festa per 15 mila egiziani venuti da tutto il paese, cattolici dei sette riti, dal copto al greco-melchita, dal latino al maronita. Ma anche per i cristiani copto ortodossi, maggioranza tra i credenti in Gesù in Egitto, e di altre confessioni, e i musulmani, tra i quali anche la moglie di un generale ucciso dai terroristi per il suo impegno contro la violenza. Dopo il giro dello stadio in golf car, il Pontefice ha guidato il rito in latino e arabo.