Papa in Uganda: Africa, non dimenticare i poveri

Ancora una volta Papa Francesco si china con tenerezza sulla sofferenza, abbracciando i malati della Casa di Carità di Nalukolongo, e rivolge un appello a tutte le parrocchie e comunità dell’ Uganda e di tutta l’Africa, “a non dimenticare i poveri”. Lo fa nel terzo appuntamento della sua intensa giornata in Uganda, visitando la casa fondata nel 1978 dal cardinal Nsubunga che ospita e cura un centinaio di poveri di tutte le religioni. Nel suo saluto, il Papa denuncia che in molti luoghi del mondo sembra che si stiano diffondendo l’egoismo e l’indifferenza, e molti fratelli e sorelle sono vittime dell’odierna cultura dell’”usa e getta”, che ingenera disprezzo soprattutto nei confronti dei bambini non nati.