Papa: la negligenza umana aggrava i cambiamenti climatici

“Viviamo il paradosso di un’agricoltura non più considerata settore primario dell’economia, ma che mantiene una evidente rilevanza nelle politiche di sviluppo, negli squilibri della sicurezza alimentare come pure nella vita delle comunità rurali. In alcune aree geografiche, infatti, lo sviluppo agricolo resta la principale risposta possibile alla povertà e alla scarsità di cibo. Questo però significa rimediare alla carenza degli apparati istituzionali, all’iniqua acquisizione di terre la cui produzione è sottratta ai legittimi beneficiari, ad ingiusti metodi speculativi o alla mancanza di politiche specifiche, nazionali e internazionali”.

Sono parole ferme e chiare quelle che Papa Francesco ha rivolto ai partecipanti alla riunione dell’Associazione rurale cattolica internazionale (Icra), a conclusione dei lavori, incontrati nella Sala del Concistoro.