Papa nelle Filippine: non servono giovani da museo ma giovani saggi

Un dialogo aperto e schietto, durante il quale non sono mancati attimi di densa commozione. Papa Francesco ha incontrato i giovani filippini presso la pontificia e reale Università Santo Tomas di Manila e ha chiesto loro di lasciarsi sorprendere dall'amore di Dio. Il primo pensiero del Pontefice è stato per la giovane ventisettenne di Tacloban, morta ieri a causa del maltempo, e per i genitori che hanno perso la loro unica figlia. Poi la spontaneità ha prevalso e lasciando il discorso ufficiale Papa Francesco ha parlato a braccio, sollecitato dalle testimonianze dei giovani, tra cui due ragazzi di strada. A tutti ha detto che la lezione più importante da imparare nella vita è la capacità di amare e lasciarsi amare.