Toscana Oggi Tv

Toscana Oggi Tv stampa

I servizi e le interviste della redazione di Toscana Oggi

Il presidente dei vescovi italiani, il card. Gualtiero Bassetti, ha celebrato oggi la Messa nella Basilica di San Miniato al Monte, a Firenze, in occasione della festa di San Benedetto. In questa intervista realizzata da Riccardo Bigi, ci parla dell'importanza della vita monastica. A proposito del decreto sulle virtù eroiche di Giorgio La Pira, il card. Bassetti ci confessa di non aver dormito la notte alla notizia.

E' stato presentato nei giorni scorsi a Firenze, all'auditorium della Cisl, un rapporto, curato da Cisl e Fnp, con la collaborazione della Fondazione Zancan, giunto ormai alla quarta edizione, sull'assistenza agli anziani non autosufficienti, che nella nostra regione sono ben 80 mila, di cui quasi 35 mila in forma grave. In questo settore la Toscana, che ha quasi un milione di over65enni, è all'avanguardia, con la Legge 66 del 2008 che nell'ultimo anno è stata finanziata con 89 milioni di euro, di cui solo una ventina provenienti da Roma, dal Fondo nazionale per la non autosufficienza. Ne parliamo con Francesca Ricci, attualmente segretaria regionale della Cisl, ma che è stata anche una delle ispiratrici di questo lavoro di monitoraggio.

Coltivare il proprio orticello (in senso reale, non figurato!) è una passione di tanti, ma come fare se si abita in città e non si ha a disposizione neppure un fazzoletto di terra o un piccolo giardino, ma solo un balcone e magari piuttosto striminzito? Nessun problema, le possibilità non mancano, e senza bisogno uscire di casa alla ricerca di qualche orto sociale. Ce lo dimostra Tommaso Turchi, autore del libro “Il Balconorto”, edito dalla Libreria Editrice Fiorentina. Costretto anni fa da un incidente a non uscire di casa per un lungo periodo, ne ha approfittato per riscoprire gli antichi “saperi” dell’associare assieme piante da fiore con altre di uso alimentare, in modo tale che le une beneficino delle altre. Ne è nata una passione che poi è diventata lavoro: oggi Tommaso – che tra l’altro ha fondato l’associazione di custodi di semi Seed Vicious – cura le fioriere delle grandi terrazze di Palazzo Pucci, nel pieno centro di Firenze, dove ha realizzato “consociazioni” impensabili agli occhi dei profani, come ci spiega in questa intervista.

Sul fronte delle buone pratiche nell’applicazione della legge sulle amministrazioni di sostegno per soggetti disabili, anziani o con problemi psichici, c’è una terza via possibile oltre alla scelta di un familiare o al ricorso a una figura professionale, in genere un avvocato. È l’assegnazione dei beneficiari a volontari opportunamente formati, in modo da garantire, oltre alla tutela della salute e degli interessi dei soggetti loro affidati, anche un’opportuna vicinanza dal punto di vista umano. Una strada ancora poco seguita ma che potrebbe essere opportunamente sviluppata, come dimostrano alcune positive esperienze. A parlarcene è Franco Bazzi, dell’associazione Amministratori di sostegno Firenze onlus (http://www.amministratoridisostegno-firenze.org)

«Il vostro cuore ha battuto forte per aiutare anche il mio Paese e io oggi sono qui per dirvi grazie». È stato questo l’esordio della visita che mons. Victor Agbanou, Vescovo di Lokossa, ha fatto a Firenze per condividere gli ultimi aggiornamenti sul progetto di solidarietà in Benin realizzato dal Movimento Shalom nell’ambito della campagna «Un cuore si scioglie», promossa da Unicoop Firenze.
Dopo il successo dei 3 panifici realizzati in Burkina Faso negli scorsi anni, l’attività del Movimento Shalom si è infatti allargata al Benin per la creazione di un nuovo panificio a Lokossa, città che versa in una situazione di estrema povertà.
Il progetto, finalizzato a favorire il lavoro e l’autonomia della popolazione, si articola in 2 anni: il primo dedicato alla costruzione della struttura e il secondo alla sua messa in funzione. Il ricavato delle vendite del panificio servirà a garantire anche l’autosufficienza di una casa famiglia che accoglie 40 bambini orfani.
A presentare l’iniziativa anche don Andrea Cristiani, fondatore del Movimento Shalom: «Abbiamo portato la povertà in Africa, attraverso secoli di sfruttamento, e adesso consideriamo i poveri un problema» ha affermato, facendo riferimento al dibattito sull’immigrazione di questi giorni. I progetti che l’associazione, anche attraverso la campagna «Un cuore si scioglie», porta avanti mirano proprio a costruire opere di solidarietà, come orfanotrofi e presidi medici, ma anche a fornire gli strumenti attraverso cui queste opeer sociali possano sostenersi da sole, come il panificio che nascerà a Lokossa.

La Toscana è terra di abbazie, monasteri e conventi antichi: luoghi pieni di storia, di arte, di cultura. Un coordinamento lavorerà per valorizzare questo grande patrimonio. Paolo Tiezzi Maestri è uno dei promotori di questa iniziativa, nata nel territorio senese ma ormai estesa su tutta la regione.