Toscana Oggi Tv

Toscana Oggi Tv stampa

I servizi e le interviste della redazione di Toscana Oggi

“Chiama Faro Itaca, linea telefonica di ascolto informazione e orientamento per familiari e amici di persone affette da disturbo mentale. 371 3358465, telefono e whatsapp. Il servizio è attivo dalle 15 alle 18 da lunedì a venerdì”. Un annuncio stringato per il nuovo, grande servizio offerto da Progetto Itaca Firenze (www.progettoitacafirenze.org), l’associazione di familiari e volontari che da dieci anni costituisce un validissimo punto di riferimento nel campo della salute mentale per il capoluogo toscano e dintorni, offrendo agli utenti le attività dell’omonimo Club e corsi di formazione per i soggetti coinvolti, nella consapevolezza che “senza salute mentale non c’è salute”. Ce ne parlano in questa intervista i volontari Chiara Lodovichi e Maurizio Faggi.

La Toscana si conferma tra le regioni più colpite dagli ecoreati. Il dato emerge dal rapporto «Ecomafia 2019» presentato da Legambiente. I numeri parlano chiaro e posizionano la nostra regionale al sesto posto in classifica a livello nazionale. Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, ci aiuta a leggere il Rapporto e ad entrare oltre ai numeri.
Intervista di Simone Pitossi

Nascita di nuove aziende, startup selezionate per grandi progetti, realtà produttive salvate dopo periodi di difficoltà da nuovi partner o che hanno visto crescere il loro fatturato o che si sono strutturate per rispondere a nuove richieste di mercato puntando su formazione e innovazione e infine professionisti che hanno trovato lavoro. È quanto è accaduto con le precedenti otto edizioni di Piazza Toscana, la manifestazione in programma giovedì 4 luglio alla Fortezza da Basso di Firenze (Padiglione Spadolini, Piano Attico – dalle 8.30 alle 18) che vede la partecipazione di 350 tra aziende, enti pubblici e privati e professionisti. Ce ne parlano in questa intervista il presidente della Compagnia delle Opere della Toscana Lorenzo Martelli, il direttore Igor Silvi, il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani e l’assessore al bilancio, commercio e attività produttive del Comune di Firenze Federico Gianassi.

Leggere e capire la Toscana attraverso sei cammini che la percorrono: è la proposta che Barbara Gizzi, laureata in Progettazione dei sistemi turistici sostenibili, rivolge ad abitanti e visitatori della nostra regione attraverso il suo recente libro “Camminare in Toscana. Storia e identità in sei percorsi” (Pacini Editore). Un approccio originale e ricco di sorprese, quello adottato dalla giovane autrice che toscana non è, essendo nata all’Aquila, ma proprio per questo ha uno sguardo non condizionato dall’appartenenza territoriale e al tempo stesso arricchito dalla conoscenza di aspetti tradizionali comuni a regioni diverse, come la transumanza. Proprio a una di queste strade di pastori, la via dei Biozzi, è dedicato uno dei sei percorsi, mentre gli altri riguardano la Via Romea del Chianti e la Sanese, le vie del Volto Santo, quelle degli Etruschi, il Cammino di San Jacopo e infine quello di Santa Giulia, come ci spiega la stessa Barbara in questa intervista.

La Cupola del duomo di Firenze si prepara a festeggiare, nel 2020, i seicento anni dall’inizio della costruzione. Un prodigio che ancora interroga gli esperti di tutto il mondo: quali sono le tecniche che permisero a Brunelleschi di costruire la più grande volta in muratura del mondo, senza usare impalcature di legno? Roberto Corazzi, architetto e professore (ora in pensione) dell’Università di Firenze, ha dedicato vari libri a questo argomento: in questa intervista racconta aneddoti, curiosità e segreti.