Toscana Oggi Tv

Toscana Oggi Tv stampa

I servizi e le interviste della redazione di Toscana Oggi

Nell’impossibilità di effettuare le catechesi quaresimali in cattedrale, come previsto, il vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, in questa situazione di emergenza, registra i video con le meditazioni sulla Parola di Dio.
Ecco la prima catechesi del 13 marzo 2020 dedicata al passo evangelico della vedova di Nain

"La Toscana è impegnata al massimo sul fronte dell'organizzazione sanitaria. Ma in queste ore non dimentichiamo le persone più fragili, gli anziani e le loro famiglie. Cerchiamo di dare una mano a chi è solo in casa e ha bisogno di ricevere beni di prima necessità, dalla spesa ai medicinali. Ci aiuteranno le amministrazioni comunali, il terzo settore e le associazioni di volontariato. Ognuno faccia la sua parte, con responsabilità, generosità e solidarietà. Con l'aiuto di tutti ce la faremo". Il messaggio di Stefania Saccardi, assessore al diritto alla salute della Regione Toscana.

Mentre sono sospesi gli incontri di «lectio biblica» del cardinale Giuseppe Betori in Battistero, l’arcivescovo di Firenze propone dalla chiesa di San Salvatore in arcivescovado un ciclo di meditazioni quaresimali sulla Passione secondo Matteo, il brano del Vangelo che sarà letto nella Domenica delle Palme.
Per quattro giovedì, dal 12 marzo al 2 aprile, le meditazioni sono trasmesse alle 18 su internet attraverso i siti di Toscana Oggi e della Diocesi di Firenze e alle 19,30 sulle frequenze di Radio Toscana.

Appello del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ai cittadini toscani sulle nuove disposizioni governative per il contrasto del Coronavirus. Preoccupano le notizie sulle persone arrivate da altre regioni: chiederò al governo, annuncia Rossi un esplicito invito a chi è in Toscana a rientrare nella propria città di provenienza. Il Decreto del Governo non vieta che si possa lavorare, non obbliga tutti stare a casa: lo spostamento per motivi di lavoro è consentito, la produzione di beni e servizi non deve cessare, non possiamo bloccare interi comparti produttivi. Le attività commerciali sono regolate ma non proibite, sarà sempre possibile trovare generi alimentare, i trasporti funzionano regolarmente.

Dopo la decisione governativa di chiudere le scuole per far fronte all'emergenza coronavirus, gli istituti cattolici in Toscana si stanno attrezzando perché, nonostante la chiusura, le scuole continuino a vivere. Il presidente della Fism Leonardo Alessi ci spiega le iniziative già partite in tanti istituti perché è essenziale continuare a tener viva quella trama di rapporti con i bambini, con i ragazzi e con le loro famiglie

Dal rapporto del Censis sulla comunicazione emerge, tra le altre cose, che nonostante la crescita dell'utilizzo di web, social, smartphone e pc, l'«emorragia» dei quotidiani cartacei sembra essersi arrestata. Il commento del direttore di «Avvenire» Marco Tarquinio