Toscana Oggi Tv

Toscana Oggi Tv stampa

I servizi e le interviste della redazione di Toscana Oggi

Sabato scorso si è aperto ufficialmente l’ottavo anno accademico della Scuola di arte sacra di Firenze. Dopo la Messa nella chiesa di San Michele Visdomini, la «lectio academica» presso l’Istituto degli Innocenti con le note introduttive del direttore Giorgio Fozzati, docente di imprenditoria per artisti e artigiani, tese ad illustrare il programma dell’anno accademico insieme alla presidente Stefania Fuscagni. Quindi la lezione di mons. Timoty Verdon, direttore del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

Un progetto Erasmus per aprire le porte dell’Europa all’infanzia. Parte oggi da Firenze “FRIENDESK – Foster Reception for Inclusive Educational Needs: Development of Educational Support for Kids”, il progetto finanziato da Erasmus plus - Azione chiave 2 – Settore Scuola con circa 362 mila euro, che vede impegnati la Fism – Federazione Italiana Scuole Materne della Regione Toscana, come capofila, e altri sette partner comunitari, fra cui l’Università di Firenze, e che pone al centro della propria azione i bambini. Nel parla il presidente della Fism Toscana Leonardo Alessi. Intervista di Simone Pitossi

La struttura assistenziale originaria della «Casa cardinale Maffi» si trova in San Pietro in Palazzi (Livorno) dove fu parrocco il fondatore don Pietro Parducci. Vi si svolgono attività assistenziali e riabilitative. Le altre sette strutture sono distribuite lungo la costa toscana fino a toccare la Liguria. Parla il presidente della Fondazione Franco Falorni.
Intervista di Giulia Ghizzani

Mentre in Italia si riaccende il dibattito sul suicidio assistito, dopo la recente sentenza della Corte Costituzionale, c'è chi cerca di far sentire la propria voce in difesa del diritto a una vita dignitosa. Alberto Guerrieri, padre di un ragazzo immobilizzato a seguito di un incidente, da anni si batte per difendere la possibilità di ricevere cure e assistenza per tutte le persone che ne hano bisogno, e che se vengono abbandonate a loro stesse rischiano di trovarsi a fare, per disperazione, scelte drammatiche.

Dopo l'offerta dell'olio da parte dei comuni toscani per la lampada votiva sulla tomba di San Francesco, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: «San Francesco, un santo che parla a chi crede e a chi non crede. I suoi messaggi: la scelto di stare con i poveri e l'amore per la natura»

La missione umanitaria per i bambini di Aleppo entra nel vivo. Dopo il sopralluogo dello scorso gennaio, un’equipe di specialisti del Meyer è pronta a fare ritorno nel paese devastato da sette anni di guerra. La data di partenza della spedizione – composta da una psicologa e due fisioterapisti - è prevista per sabato prossimo, il 5 ottobre. Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Il Cuore si scioglie, Meyer e Fondazione Meyer, passa quindi alla fase operativa, che si articolerà in vari momenti. L’obiettivo è quello di sostenere gli operatori che ogni giorno, nella città siriana, lavorano tra mille difficoltà per dare una risposta ai bisogni riabilitativi dei bambini rimasti vittime di lesioni per lo scoppio di mine e il crollo di edifici, portando sul posto anche i presidi necessari.

Inaugurata stamani a Stia (Ar) la parte iniziale della più grande tra le ciclovie toscane, il sistema integrato Ciclovia dell'Arno-Sentiero della Bonifica. Si tratta del cosiddetto ‘tratto della sorgente', lungo 16 km, altamente simbolico e di grande bellezza paesaggistica, che collega Stia alla zona industriale di Castel San Niccolò e Ponte a Poppi a Bibbiena, dove si congiunge al tratto già realizzato.

Al taglio del nastro ha partecipato l'assessore regionale alle infrastrutture, mobilità e urbanistica Vincenzo Ceccarelli, insieme a Lorenzo Remo Ricci (presidente Unione Comuni Montani), a Giampaolo Tellini (assessore alle infrastrutture Unione Comuni Montani Casentino), al sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri e ai sindaci degli altri Comuni interessati.

"Una bellissima giornata oggi - ha sottolinea l'assessore Ceccarelli – nonostante la pioggia. Abbiamo inaugurato i primi 16 km di quella che possiamo definire una delle più belle ciclovie d'Europa, 400 km di infrastruttura che porteranno i ciclisti ad attraversare la Toscana dalle sorgenti dell'Arno fino a Pisa, con una proiezione verso il lago di Chiusi col sentiero della Bonifica, entrando in contatto diretto con valori ambientali e paesaggistici, storici e culturali di assoluto rilievo".

Sono state le periferie della comunicazione digitale il tema del corso organizzato dalla sezione toscana dell'Unione cattolica stampa italiana il 13 e 14 settembre. Molti i partecipanti anche a questa settima edizione. Ad alcuni abbiamo chiesto un parere e un commento sull'argomento del corso.