Firenze, una mostra e un incontro sul tema della sofferenza

Come mai Dio permette la sofferenza? È una domanda che per molti investe non solo la bontà, ma anche la stessa esistenza del Creatore. E si ripete, puntuale, in occasione delle grandi catastrofi naturali, degli attentati terroristici, delle guerre e degli incidenti, ma anche delle malattie che colpiscono anche i bambini innocenti. Nella Bibbia, il libro di Giobbe ripropone il problema in modo efficace e attuale e proprio a questa figura è dedicata una mostra che ha debuttato all’ultimo Meeting di Rimini e che, come viene spiegato in questo video, è ospitata fino al 16 giugno nel Chiostro delle Medicherie dell’ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze e sarà presentata la sera di mercoledì 12 al CTO di Careggi dal curatore don Ignacio Carbajosa. L’esposizione non dà risposte ma testimonia come con Gesù, volto concreto della misericordia del Padre, è entrata nella storia una Presenza buona che ci permette di guardare in faccia le nostre sofferenze nell’orizzonte di quelle assunte dal Figlio di Dio. Come è capitato a don Paolo Bargigia e Caterina Morelli, che hanno vissuto fino all’ultimo una pienezza di vita nonostante le loro malattie.