La crisi della famiglia. Intervista a Roberto Volpi

Il Sinodo deve avere, necessariamente, uno sguardo mondiale. Ma c’è da augurarsi che almeno i padri sinodali italiani abbiano avuto il tempo di sfogliare l’ultimo saggio di Roberto Volpi, uscito tre settimane fa per Vita e Pensiero. Vi avrebbero trovato una fotografia accurata della profonda crisi della famiglia in Italia, corredata da un’analisi convincente delle cause più profonde. Dalla metà degli anni Settanta ad oggi le famiglie si sono sminuzzate, polverizzate. Da cellula della società sono diventate atomi. Roberto Volpi, statistico pisano, ha una grande esperienza sui numeri. A Firenze, ad esempio, ha progettato il Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza presso l’Istituto degli Innocenti di Firenze. Per titolo di questa sua ultima fatica ha scelto una domanda retorica: «La nostra società ha ancora bisogno della famiglia?». Claudio Turrini lo ha intervistato per Toscana Oggi.