Toscana

Toscana stampa

Come hanno nel 2002 utilizzato le risorse assegnate per svolgere le loro funzioni i gruppi presenti in Consiglio regionale? Lo dicono i rendiconti finanziari pubblicati recentemente. Al 31 dicembre 2002 i gruppi presenti in Consiglio erano undici. Il gruppo più ricco è quello dei Democratici di sinistra - Toscana democratica cui va un contributo finanziario di 159.002,64 €. Seguono Forza Italia (91.251,72), Alleanza Nazionale (67.453,44) e La Margherita (65.519,82).

Questa volta il testo c'è. La bozza del nuovo Statuto regionale – la «carta fondamentale» della Toscana – è stata licenziata dalla Commissione speciale. Dopo una serie di testi che circolavano più o meno ufficialmente siamo alla bozza definitiva. E in questi giorni inizieranno le consultazioni con la società toscana che dovrà fare le proprie osservazioni e controproposte. Il lavoro non è stato facile. Forse solo l'equilibrio e la pazienza del presidente della Commissione Piero Pizzi hanno permesso questo difficile parto. «Il testo – spiega Pizzi – contiene alcune proposte alternative, alcuni nodi, su punti importanti che non abbiamo sciolto preferendo consegnare alla società un lavoro preconfezionato ma aperto. Usciamo dal palazzo con una proposta non votata in alcuna parte, ma costruita passo passo in Commissione. Una scelta precisa, certo criticabile. Ma altrettanto e più criticabile sarebbe stato presentarsi alle consultazioni con un testo votato e quindi, di fatto, definitivo».
DI SIMONE PITOSSI

Gli ombelichi del mondo si sfidano a duello. Puoi incontrarli nelle piazze o nelle strade, all'aperto o al chiuso, a manifestazioni no-global come pure a raduni global, in versione tempo libero ma anche dentro compassati uffici di rigorose professioniste. Eppure non si tratta di un duello all'ultimo sangue. Non ci sono spade né spadaccini. La parola d'ordine è chiara e semplice: moda. E in questo caso non conta se le pancine – o più spesso panciotte – in bella vista siano davvero un bel vedere. Ecco cosa ne pensano uno stilista, Francesco Martini Coveri, e un educatore abituato a stare in mezzo ai giovani, don Flavio Rosa.
DI LORELLA PELLIS e ANDREA FAGIOLI

Sono i videogames e i cellulari gli strumenti che provocano maggiore dipendenza nei giovani toscani che, invece, temono assai poco l'anoressia/bulimia. Lo rileva una indagine della «Fondazione Pfizer» svolta da Demoskopea in occasione della quarta edizione della campagna «Alla scoperta del corpo umano» rivolta alle scuole medie superiori di tutta Italia col patrocinio del Ministero della pubblica istruzione.

Il 23 giugno 2003 la Giunta Regionale ha licenziato il testo della proposta di aggiornamento del PIRS 2002-2004, sottoposta all'esame delle Commissioni, iniziato giovedì 10 luglio 2003, e al voto definitivo del Consiglio. Ecco in sintesi le principali novità introdotte nel testo.

Si rafforza il ritmo espansivo dell'occupazione sul mercato del lavoro toscano, mentre scende ancora la disoccupazione: lo scenario che emerge dai dati diffusi dall'ISTAT sulle Rilevazioni delle forze di lavoro di aprile 2003 vede ampliarsi sia su base annua che trimestrale la ripresa di dinamicità iniziata nella parte finale dello scorso anno. Più che mai l'incremento di occupati è dovuto al forte andamento del settore dei servizi, mentre resta in trend negativo l'occupazione industriale, anche se meno negativo dei trimestri recenti.