Toscana

Toscana stampa

La Giunta regionale ha approvato l'atto di indirizzo per l'avvio della sperimentazione delle Società della salute (Sds), così come previsto dal Piano sanitario regionale.
Le società avranno la forma giuridica dei consorzi pubblici e perseguirannoobiettivi di integrazione del sistema sanitario con quello socio assistenziale e di controllo dell'impiego delle risorse attraverso il governo della domanda e la promozione dell'appropriatezza dei consumi.

Risale al 1975 la nascita del primo parco regionale in Maremma ed oggi nel 2003 basta solo un velocissimo confronto per capire come il sistema delle aree protette in Toscana si sia evoluto e quanta importanza è stata attribuita alla tutela del patrimonio ambientale della nostra regione.
Un bilancio di questi ventotto anni, è stato fatto durante la conferenza regionale delle Aree protette che si è tenuta lunedì 9 e martedì 10 giugno al Palazzo degli Affari a Firenze. A questa due giorni non erano presenti soltanto i parchi ma anche tutte le associazioni ambientaliste e tutte le categorie economiche; tutti interessati ed attenti alle potenzialità delle aree protette.
DI REBECCA ROMOLI

Oda, Opera Diocesa Assistenza. Voluta dal card. Elia Dalla Costa nel 1953, è oggi uno dei centri all'avanguardia per l'assistenza agli handicappati anche molto gravi. Poi c'è la «Stella Maris», centro di riferimento regionale per la neuropsichiatria infantile, ma la sua notorietà va oltre i confini della Toscana: oltre il 60% dei soggetti che qui vengono assistiti, infatti, provengono da altre regioni, persino dalla Sicilia, dalla Calabria e dalla Sardegna. Ecco due strutture dove i disabili vengono accolti, curati e aiutati a superare i loro handicap.

Provare per credere, purtroppo. La difficoltà di muoversi a causa delle barriere architettoniche è una di quelle cose di cui si sente spesso parlare ma che si può capire solo se la si prova di persona. Così, in occasione dell'anno europeo delle persone con disabilità, abbiamo voluto provare cosa vuol dire avere problemi di mobilità facendo un «giro» in carrozzina nel centro di Prato; e sicuramente ne è valsa la pena. Ma l'anno europeo della disabilità è un'occasione anche per fare il punto anche sulla politica regionale in materia e per dar voce ai disabili stessi: ecco la testimonianza di Angela.

Spiagge a rischio in Toscana: il mare in circa venti anni si è «mangiato» ben 214 mila metri quadri di costa a causa della progressiva erosione. Un fenomeno che ha ripercussioni negative non solo sull'ambiente e il paesaggio, ma anche per l'economia e il turismo – quello balneare è una delle voci più importanti dell'offerta turistica regionale. L'erosione non risparmia nessun angolo della costa toscana, da Grosseto a Massa Carrara.
DI ENNIO CICALI

Poteri che vanno, poteri che vengono. E a rischio c'è sempre la vita democratica. Tra i nuovi poteri emergenti, a fronte del declino di quelli tradizionali, c'è prima di tutto l'economia, resa trasversale e incontrollabile dalla globalizzazione. Ma c'è anche il potere scientifico-tecnologico, che sembra estendersi in tutte le dimensioni della vita individuale e collettiva. Ed è per questo che il cammino verso la prossima Settimana sociale, in programma a Bologna nell'autunno del 2004, farà tappa a Firenze, in questo mese di giugno, per discutere di «Speranze e timori della scienza e della tecnologia».
DI ANDREA FAGIOLI