Toscana

Toscana stampa

Domenica 25 maggio saranno nove i Comuni toscani nei quali si voterà per rinnovare consiglio comunale e sindaco. Ai comuni si aggiunge anche la Provincia di Massa Carrara.
Tra i nove comuni chiamati al voto ce ne sono tre oltre la soglia dei 15 mila abitanti e quindi con probabilità di ballottaggio tra i due candidati più votati, se nessuno raggiunge la maggioranza assoluta. Si tratta dei due capoluoghi Pisa e Massa e del grande centro versiliese Viareggio. Ecco gli «scontri» nei centri più grandi.

Spaventa lo scontro delle civiltà, ma si dice contrario alla guerra in Iraq: «Non la ritengo giustificata, sicuramente c'era un potenziale di minaccia, ma non da giustificare l'azione preventiva. Meglio sarebbe stato sottoporre il regime iracheno ad una stretta sorveglianza e fare ispezioni più efficaci, che nel caso avessero raccolto prove avrebbero giustificato l'intervento». A parlare è Samuel P. Huntington, lo studioso americano salito alla ribalta in tutto il mondo per uno dei maggiori best-seller degli ultimi tempi, Lo scontro delle civiltà, appunto, edito in Italia da Garzanti.
DI ANDREA FAGIOLI

Dopo Iraq, la ricetta di Huntington

«Del tutto sorprendenti per metodo e per oggetto»: così i consiglieri regionali di Forza Italia e dell'Udc avevano giudicato l'incontro del primo aprile scorso tra il vescovo di Pisa e presidente della Cet, monsignor Alessandro Plotti, con il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, e le due intese raggiunte con Martini sui beni culturali e sull'assistenza religiosa nelle realtà sanitarie firmate dalla Conferenza Episcopale Toscana (Cet). Intese che rientrano «correttamente nel quadro del rapporto fra Chiesa e Istituzioni civili» e rispondono «pienamente ai compiti del ministero episcopale, come i recenti interventi in difesa della pace, in sintonia col magistero del Papa», replicano i vescovi. Ecco il testo completo della risposta.