Toscana

Toscana stampa

Era probabilmente il sottosegretario al welfare Maria Grazia Sestini l'obiettivo dei brigatisti Nadia Desdemona Lioce e Mario Galesi che domenica mattina si stavano recando ad Arezzo, dove vive la senatrice, per un sopralluogo o per incontrare dei complici. Un normale controllo di routine su un treno interregionale sul qale viaggiavano i due brigatisti si è trasformato in una tragedia e ha riportato alla ribalta l'incubo del terrorismo, con la morte di un poliziotto, il sovrintendente della polfer Emanuele Petri, 48 anni, e il ferimento di un suo collega. Anche il terrorista Galesi è morto all'ospedale di Arezzo dove era stato ricoverato dopo il conflitto a fuoco.

Una Provincia e nove Comuni, di cui due capoluogo. L'11 maggio prossimo è di nuovo tempo di elezioni amministrative per la Toscana e non solo. Sono infatti circa 15 milioni gli italiani chiamati alle urne nei 433 Comuni coinvolti, di cui 10 capoluoghi di provincia, mentre 12 sono i Consigli provinciali che si rinnovano e solo 2 i Consigli regionali (Valle D'Aosta e Friuli-Venezia Giulia). Il precedente turno elettorale si era svolto il 29 novembre 1998. E come al solito, a contedersi il governo saranno centrosinistra e centrodestra, Ulivo e Casa delle libertà.

«Il mio Paese muore di sete». È un grido disperato quello che giunge dall'Eritrea dove la siccità, che dura ormai da 5 anni, sta raggiungendo punte tragiche minacciando di morte oltre due milioni di persone. A portare in Toscana la voce di questo lembo d'Africa affacciato sul Mar Rosso è don Uqbagaber Woldeghiorghis, direttore di Caritas Eritrea, giunto venerdì scorso a Firenze dove ha incontrato l'arcivescovo Ennio Antonelli; sabato è stato invece a Prato, per incontrare esponenti della Diocesi pratese e del Comune, già impegnati in attività di solidarietà. E in questo anno dedicato dall'Onu all'acqua, il capoluogo toscano ospiterà il 21 e il 22 marzo il primo Forum mondiale alternativo dell'acqua.
DI RICCARDO BIGI