Toscana

Toscana stampa

Si calcola che la canonizzazione del cappuccino di Pietrelcina richiami a Roma almeno mezzo milione di persone. In occasione di questo evento abbiamo sentito mons. Giancarlo Setti, il primo responsabile nazionale dei «Gruppi di preghiera di Padre Pio» e gli altri «amici» toscani del santo.

Dove sta andando l'agriturismo toscano?». È la domanda da cui la Coldiretti e gli operatori del settore sono partiti per fare il punto della situazione su un settore vincente, che si trova, però, ad affrontare nuovi scenari. Sono stati questi i punti su cui si è dibattuto mercoledì 5 giugno, presso l'agriturismo Salvadonica a San Casciano Val di Pesa (Firenze), alla presenza di Alessandra Lucci presidente Coldiretti Toscana e di Francesca Buonagurelli di Terranostra Lucca.
DI REBECCA ROMOLI

Si ritroveranno il 16 giugno a Pisa i «Toronto-boys», i giovani toscani che a luglio voleranno in Canada per partecipare alla Gmg. Dalla nostra regione sono un migliaio circa, di cui oltre la metà appartiene al movimento dei neocatecumenali, ma anche dalle diocesi partono in tanti (100 solo da Firenze). Abbiamo chiesto ai responsabili della pastorale giovanile il valore di questo tipo di incontri.

Lo scorso 4 giugno, al termine di una seduta movimentata, la Camera ha approvato la legge Bossi-Fini sull'immigrazione, con 279 voti a favore, 203 contrari e una sola astensione. Il testo deve ora tornare all'esame del Senato. L'iter della legge è stato scandito da aspre polemiche, tra maggioranza e opposizione ma anche all'interno della coalizione di governo. Nella sua dichiarazione di voto, il capogruppo della Lega Alessandro Cé ha affermato tra l'altro che l'immigrazione rappresenta lo strumento per scardinare la democrazia in Europa e per massificare la sua popolazione. I deputati Verdi hanno reagito urlando "Vergogna, vergogna" e innalzando cartelli neri con sopra, ingrandite, le impronte di una mano. Perplessità sulla nuova legge sono state espresse da Caritas e Cnca. Ecco cosa prevede il testo approvato dalla Camera.

Immigrazione, la Caritas boccia la nuova legge

L'immigrato non è solo forza lavoro -- DI ALBERTO MIGONE

Vai al sondaggio

Oltre 150 milioni di Euro, circa 300 miliardi di vecchie lire. Si tratta del volume di finanziamenti erogati dalle undici Fondazioni bancarie toscane nel 2000 in vari campi: dall'arte alla ricerca scientifica fino alla sanità. Non è una cifra da poco. Proprio sulle Fondazioni, sulla composizione degli organi di indirizzo, sui settori di intervento si è scatanata la «bagarre». Origine di tutto ciò la «ricetta Tremonti».
DI SIMONE PITOSSI

Per i dati clicca qui

Nell'ultima riunione della Cet, tenutasi alla Verna, i vescovi toscani hanno discusso approfonditamente di pastorale giovanile, «provocati» dal vescovo delegato mons. Giovanni De Vivo. A lui abbiamo chiesto di fare il punto sulle iniziative per i giovani in corso in molte diocesi toscane.