Toscana
stampa

ACCORDO TRA REGIONE E FONDAZIONE DON GNOCCHI PER ASSISTENZA, RICERCA, FORMAZIONE

Percorsi: Regione
Parole chiave: sanit (485), regione (1609)

Un accordo di collaborazione tra Regione Toscana e Fondazione Don Carlo Gnocchi sul versante dell'assistenza, della formazione, della ricerca. L'hanno firmato questa mattina l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e il presidente della Fondazione Don Gnocchi monsignor Angelo Bazzari. L'accordo avrà durata triennale, e sarà prorogato tacitamente di anno in anno. “La programmazione sanitaria della Regione Toscana prevede l'attivazione di una forte sinergia e integrazione tra settore pubblico e privato – ha detto l'assessore Luigi Marroni – Ormai da molti anni la Fondazione Don Gnocchi è un nostro importante partner no profit, che, tramite le proprie strutture toscane, opera a tutti gli effetti all'interno del servizio sanitario regionale. Grazie all'accordo firmato stamani, questa collaborazione diviene più stretta e strutturata”.

“Si tratta di un significativo riconoscimento dell'impegno che la Fondazione Don Gnocchi sta portando avanti da anni, con competenza e dedizione, nel campo della riabilitazione e della ricerca scientifica – è la dichirazione di monsignor Angelo Bazzari – L'accordo va nella direzione di un rafforzamento dell'integrazione tra il Polo toscano della Don Gnocchi e la Regione e corona una serie di importanti iniziative realizzate in Toscana negli ultimi mesi: l'apertura del nuovo IRCSS Don Gnocchi di Firenze-Torregalli, l'avvio dell'attività dell'Hospice per malati terminali al Centro S. Maria alla Pineta di Marina di Massa, il consolidamento del polo ambulatoriale di Colle Val D'Elsa e il completamento della struttura riabilitativa di Fivizzano, della quale è prossima l'attivazione”.

L'accordo regola i rapporti tra la Regione e tutti i centri del polo toscano della Fondazione: Irccs Centro di riabilitazione Don Carlo Gnocchi di Firenze (vicino all'ospedale di Torregalli); Centro di riabilitazione Don Gnocchi di Colle Val d'Elsa; Centro Santa Maria della Pineta di Marina di Massa; Hospice di Massa; Polo specialistico riabilitativo ospedale Sant'Antonio Abate di Fivizzano (Ms). Gli ambiti di attività saranno la riabilitazione (intensiva, ospedaliera, extra ospedaliera, residenziale, semi-residenziale, ambulatoriale, domiciliare, specialistica ambulatoriale), hospice, cure intermedie. Un monitoraggio costante del consumo progressivo di prestazioni da parte delle singole aziende sanitarie consentirà, nel caso si verificassero variazione del fabbisogno, di rimodulare i piani di attività affidati alla Fondazione e riallocare le risorse tra le aziende sanitarie dell'Area Vasta.

La Fondazione collaborerà con la Regione anche sul versante della formazione e su quello della ricerca scientifica nei settori neuromotorio, ortopedico, neurocognitivo, cardiologico, penumologico e oncologico, nonché negli ambiti della medicina e tecnologie molecolari, della bioingegneria e tecnologie biomediche e delle tecnologie per l'integrazione scoiale e la sanità pubblica. Inoltre, la Fondazione metterà a disposizione della Regione la propria competenza anche al fine di realizzare e costituire uno sportello handicap regionale che, in collaborazione con le associazioni toscane rappresentative dei disabili, potrà fornire assistenza e consulenza sulle complesse problematiche attinenti il mondo della disabilità, per facilitare il reingresso dei disabili nella vita di relazione familiare, lavorativa, civile, scolastica e sociale. 

ACCORDO TRA REGIONE E FONDAZIONE DON GNOCCHI PER ASSISTENZA, RICERCA, FORMAZIONE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento