Toscana
stampa

Acciaieria Piombino, allarme Cisl: “rischiamo una tragedia sociale”

“Su Piombino il governo ha promesso, ma non mantiene. Il presidente Giani non è potuto venire qui stamani. E’ bene però che tutti capiscano che senza un cambio di passo qui rischiamo una tragedia sociale.” A dirlo il segretario generale della Fim-Cisl Toscana, Alessandro Beccastrini, stamani a Piombino, a margine dell’iniziativa pubblica organizzata da Fim, Fiom, Uilm sulla situazione dell’acciaieria JSW Steel Italy.

Percorsi: Lavoro - Piombino
acciaieria Piombino

“Oggi a Piombino - ha detto Beccastrini - ha manifestato la parte buona della nostra società, quella che vuole il lavoro, che paga le tasse; quella parte di società a cui non sta pensiero uscire con le mani nere e con la schiena a pezzi da un’acciaieria. Sono anni che questi lavoratori e lavoratrici aspettano risposte. Il governo ha promesso, ma non mantiene, quello che Fim, Fiom, Uilm chiedono per Piombino è chiarissimo.”“Oggi c'era il sindaco, l'Autorità portuale, c'erano i nazionali di Fim, Fiom e Uilm – ha proseguito Beccastrini - peccato per la mancanza del presidente della Regione, bloccato da un impegno imprevisto. Ma alla Regione Toscana chiediamo  un cambio di passo nelle vertenze Piombino e Fimer Arezzo: se queste realtà non trovano risposte, sarà tragedia sociale.”

Fonte: Comunicato stampa
Acciaieria Piombino, allarme Cisl: “rischiamo una tragedia sociale”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento