Toscana
stampa

BANGLADESH: 3 MILIONI DI PROFUGHI SENZA ACQUA, CIBO E A RISCHIO EPIDEMIE. GLI AIUTI CARITAS

Percorsi: Mondo

E' emergenza acqua potabile, cibo ed epidemie nelle regioni del Bangladesh colpite il 15 novembre scorso dal ciclone Sidr, che ha già provocato oltre 3.500 vittime accertate, ma si teme che il bilancio sia molto più alto, anche per via delle difficoltà pratiche per raggiungere le persone in difficoltà. Caritas Bangladesh, che coordina gli interventi di tutte le realtà cattoliche a sostegno degli sfollati (oltre 3 milioni di profughi) sta già fornendo aiuti alimentari a 23.500 famiglie, in 21 villaggi di nove distretti, con il coordinamento delle sedi regionali di Chittagong, Barisal e Khluna. Si sta organizzando una seconda distribuzione e ogni famiglia riceverà 10 kg di riso, 2 kg di legumi, 1 kg sale da cucina ed un litro di olio di semi di soia. Saranno inoltre distribuiti generi non alimentari come teli di plastica, coperte, lenzuola, zanzariere, piatti, bicchieri, utensili da cucina e stoviglie. La rete internazionale Caritas ha messo a disposizione già un milione e trecentomila euro, di cui 200.000 direttamente da Caritas italiana. La Chiesa italiana ha stanziato invece 2 milioni di euro, dai fondi provenienti dall'otto per mille, tramite il Comitato per gli interventi caritativi nei Paesi in via di sviluppo.
Sir

BANGLADESH: 3 MILIONI DI PROFUGHI SENZA ACQUA, CIBO E A RISCHIO EPIDEMIE. GLI AIUTI CARITAS
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento