Toscana
stampa

Barberino di Mugello: sono tornate a suonare le campane della chiesa lesionata dal terremoto

Sono tornate a suonare le campane dal campanile di Barberino di Mugello, dopo il terremoto che lo scorso 9 dicembre aveva lesionato gravemente la pieve e la canonica, oltre a costringere molte famiglie a lasciare la loro abitazione. «Sentire di nuovo il suono delle campane è una bella soddisfazione per la comunità» sottolinea il parroco, don Stefano Ulivi.

Percorsi: Mugello - Terremoti
pieve Barberino

La chiesa resta inagibile, così come l'abitazione del parroco;la Messa domenicale sarà celebrata ancora nei prossimi giorni nel garage della Pubblica Assistenza, mentre da metà gennaio dovrebbe essere disponibile la tensostruttura della Protezione Civile. I Vigili del Fuoco hanno però dato l'agibilità al piano terra della canonica, dove si trovano i locali parrocchiali, e le messe feriali (oltre a quella delle 8 e delle 18 la domenica) possono quindi nuovamente essere celebrate nella cappella feriale, usata anche per gli incontri di catechismo.

Nei giorn scorsi, don Stefano Ulivi ha raccontato su «Il Filo», notiziario del Mugello, come ha vissuto i giorni dopo il terremoto, culminati con la Messa nella notte di Natale presieduta dal cardinale Giuseppe Betori, che ha voluto così essere vicino alla popolazione. Scrive don Ulivi: «Mi dicevano: non avete più la chiesa… Se parliamo dell’edificio, la chiesa è inagibile, ma abbiamo la Chiesa con la C maiuscola, siamo una comunità che si ritrova, ci siamo riuniti nel garage della Bouturlin e nella palestra per Natale eravamo Chiesa ed eravamo la Chiesa fiorentina, direi, perché era presente il Vescovo con noi. E quando c’è il Vescovo sappiamo che c’è tutta la Diocesi».

Barberino di Mugello: sono tornate a suonare le campane della chiesa lesionata dal terremoto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento