Toscana
stampa

CARCERI: PROGETTO TOSCANA PER CUSTODIA ATTENUATA MADRI IN LOCALI MADONNINA DEL GRAPPA

Percorsi: Regione
Parole chiave: carcere (72), carceri (5), regione toscana (1598), enrico rossi (422)

(ASCA) - Sbloccato il progetto per la realizzazione di una sezione a custodia attenuata destinato ad ospitare detenute madri con i propri figli. Nell'ultima seduta la giunta regionale della Toscana ha approvato un finanziamento, pari a 400 mila euro, che servirà per avviare i lavori di ristrutturazione di alcuni locali di un edificio di proprietà della Madonnina del Grappa, a Firenze. Il progetto fa parte di un accordo complessivo firmato il 27 gennaio 2010 e che vede coinvolti, oltre alla Regione, il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, il Tribunale di Sorveglianza, la Madonnina del Grappa e l'Istituto degli Innocenti. Alla Società della Salute di Firenze verrà affidato il compito di attivare la rete dei servizi del territorio per dare avvio ai percorsi socio-assistenziali ed educativi destinati a garantire la tutela della salute e la salvaguardia del rapporto madre-figlio. ''Di questo progetto - ha commentato il presidente della Regione Enrico Rossi - se ne sta parlando ormai da alcuni anni ma finora è rimasto sulla carta. I bambini non dovrebbero mai entrare in una struttura detentiva ed è un compito irrinunciabile di tutti i soggetti coinvolti individuare forme alternative per fare in modo che questo non accada mai più. Finalmente siamo riusciti a riattivare la collaborazione tra tutti i soggetti che hanno sottoscritto l'accordo due anni fa e contiamo di arrivare in tempi brevi alla realizzazione di questa importante struttura''.

CARCERI: PROGETTO TOSCANA PER CUSTODIA ATTENUATA MADRI IN LOCALI MADONNINA DEL GRAPPA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento