Toscana
stampa

COMUNALI, IN TOSCANA SEI AL CENTROSINISTRA E UNO AD UNA CIVICA; BALLOTTAGGIO A PIETRASANTA

Percorsi: Regione
Parole chiave: elezioni (367)

Poche sorprese nelle comunali in Toscana, che riguardavano solo 8 comuni, di cui uno solo con più di 15 mila abitanti, Pietrasanta, dove si va al ballottaggio tra il candidato del centro-sinistra, Domenico Lombardi (Pd, Idv, Sel, Rif. Com., Pens.-Socialisti) al 46,31% e quello del centro-destra Salvatore Daniele Spina (Pdl e Udc) al 28,23%. Qui il sindaco uscente per due legislature è stato del centro-destra, ma hanno pesato molto le divisioni – addirittura in tre liste – per la successione di Mallegni. Il suo vice-sindaco Marco Marchi (civica, Pri e Lega Nord) ha avuto il 21,12%, mentre l'altro “fuoriuscito” della maggioranza di Mallegni, Ermanno Sorbo (civica Progetto Pietrasanta) si è fermato al 3,88%. Solo l'1,03% è andato alla civica "Per lo sviluppo di Strettoia-Montiscendi" di Moreno Fontana.
Per quanto riguarda gli altri 7 comuni, 5 sono rimasti al centro-sinistra (anche se a Uzzano nel mezzo c'era stato un anno di commissaramento), Castellina Marittima passa da una civica "pura" al centro-sinistra, mentre il più piccolo, Orciano Pisano, rimane nelle mani di una “civica”.
A Montieri, che è in provincia di Grosseto, ma in diocesi di Volterra, il sindaco uscente di centro-sinistra, Marcello Giuntini, ottiene il 79,73% (cinque anni fa aveva avuto il 54%): questa volta la sua lista «Uniti per progredire», si avvaleva anche dell'appoggio dell'Udc e ottiene 8 seggi. Molto distanziati gli altri due candidati: Ilio Giorgio Russo con la civica «Insieme per Montieri - Russo Sindaco» si ferma al 13,31% (3 seggi) e Simona Bertelli, della Lega Nord, al 6,94% (1 seggio). Alta l'affluenza con l'80,08%
A Coreglia Antelminelli, dove ha votato il 72,32%, ha vinto ancora il centro-sinistra, con Valerio Amadei (57,04% e 11 seggi), sostenuto dalla lista «Prima Coreglia» che vedeva unite, anche qui, Pd e Udc. L'imprenditore Corrado Cavani, con la civica di centro-destra «Progetto Comune - Cavani Sindaco», ottiene un buon 39,57% e 5 seggi. Nessun seggio per la terza candidata, Angela Tolari, per la lista «Sinistra unita alternativa per Coreglia» con ambientalisti e Rifondazione (3,37%).
A Villafranca in Lunigiana, dove si votava per la morte di Fabrizio Antiga, il comune è rimasto al centro-sinistra con Pietro Cerutti (59,83% e 11 seggi) che guidava la civica “Villafranca nel cuore”. Seconda sconfitta consecutiva per uno dei personaggi più noti della politica toscana, l'ex socialista e poi forzista Lucio Barani (Pdl), la cui riconferma da parte dei vertici regionali come candidato del centrodestra non era stata accolta bene. La sua civica “Lucio Barani sindaco” ha avuto il 40,16% e 5 seggi. Alta la partecipazione con l'82,26%.
A Uzzano (Pt), dove lo scorso anno le elezioni non si svolsero perché le due liste di centro-sinistra e centro-destra avevano raccolto più firme di quelle massime consentite, il comune è tornato nelle mani del centro-sinistra come nel 2004. Riccardo Franchi, con «Centro Sinistra per Uzzano» (Pd, Idv, Socialisti, Com. It. e Rifondazione) ha ottenuto il 67,46% e 11 seggi. Luciano Maccioni del «Centrodestra per Uzzano» (Pdl, Lega, La Destra e Dc), ha raccolto il 32,53% e 5 seggi. I votanti sono stati il 70,70%.
A Scarperia (Fi) cinque anni fa il centro-sinistra aveva vinto con il 54,52% con la sinistra di «Alternativa democratica» al 25,43%. Questa volta Rifondazione e Sinistra Europea, con Mauro Ferrini, si sono fermati al 10,24% (1 seggio) a tutto vantaggio di Federico Ignesti (“Centro sinistra per Ignesti”) che ha ottenuto il 65,49% e 11 seggi. Paolino Messa, candidato di Pdl e Lega ha avuto il 22,62% e 4 seggi. Nessun seggio a Luigi Cartei di Toscana Granducale (1,62%). Buona l'affluenza dcon il 75,34%.
Vittoria del centrosinistra anche a Castellina Marittima, dove si è tornati al voto un anno dopo per le dimissioni (per motivi di salute) del sindaco Danilo Montagnani, che aveva guidato una lista civica. Federico Lucchesi, appoggiato da Pd-Idv, Sel e Rifondazione, ha raccolto il 56,98% dei consensi (8 seggi), mentre la lista civica “Per Castellina”, che appoggiava Enrico Lorenzini, ha avuto il 43,01% e 4 seggi.
Nella piccola Orciano Pisano (solo 526 elettori), il nuovo sindaco è Giuliana Menci, candidata per la lista «Uniti per Orciano» (civica di centro) che si poneva in continuità con la giunta uscente, guidata da Giovanni Luigi Mogre. La sua civica ha ottenuto il 52,12% e 8 seggi. Gli altri 4 seggi sono andati alla civica di centro-sinistra «Orciano Democratica» che presentava Marco Menicucci (45,19%). Una manciata di voti ciascuno per gli altri candidati: Massimo Batini con Fiamma Tricolore (5 voti, pari all'1,11%), Fabrizio Chelucci con Lega autonomista Toscana (0,67), Guendalina Fontanelli, della lega Nord (0,44%) e Gabriele Del Sette della Lista Granducato Toscana Moderata (0,44%).

COMUNALI, IN TOSCANA SEI AL CENTROSINISTRA E UNO AD UNA CIVICA; BALLOTTAGGIO A PIETRASANTA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento