Toscana
stampa

Casa, in Toscana meno sfratti e più acquisti. Mille Erp assegnati

Dalla Toscana arrivano alcuni segnali significativi di miglioramento della condizione abitativa. Nel 2018 le compravendite immobiliari sono aumentate dell'8%, sostenute nel 53% dei casi da mutui, mentre gli sfratti sono risultati in calo di circa il 20%. 

Percorsi: Casa - Regione - Toscana - Welfare
L'assessore regionale alla Casa, Vincenzo Ceccarelli

È quanto emerge dall'ottavo rapporto sulla condizione abitativa presentato oggi a Firenze. La situazione è migliorata anche grazie all'assegnazione di 1.000 alloggi Erp l'anno scorso. Dati positivi accompagnati da una considerevole mole di investimenti negli ultimi anni condotti dalla Regione, un elemento sottolineato dall'assessore regionale alla Casa, Vincenzo Ceccarelli: "Questi dati- dichiara- confermano che per la Regione il tema della casa pur restando nell'ambito della compatibilità economico finanziarie è una priorità, tanto che abbiamo annunciato risorse importanti nell'ordine di 8-10 milioni per le ristrutturazioni".

In Toscana, prosegue, "resta ancora molto da fare, i bisogni sono tanti, ma crediamo di essere fra quelli che hanno fatto quanto era nelle proprie possibilità per dare una risposta al disagio abitativo". Nel dettaglio le richieste di sfratto sono calate del 20,2%, i provvedimenti di allontanamento del 10% e l'esecuzione del 19,5%. Resta comunque alto il numero degli sfratti in rapporto al resto d'Italia: 1 ogni 644 famiglie contro una media nazionale di 1 ogni 866. L'impegno regionale in questo senso per contenere il problema è stato declinato anche mediante il finanziamento insieme ai Comuni del fondo per le morosità incolpevoli: 13,5 milioni di risorse. Uno stanziamento che anche l'anno scorso non ha potuto contare su alcun sostegno da parte dello Stato.

Malgrado questo e malgrado il maxi piano di investimenti per 110 milioni dell'ultimo quinquennio restano delle criticità da affrontare. In particolare, fa notare l'assessore, "il rapporto ci mostra un fenomeno relativamente nuovo e da non sottovalutare: l'alto numero degli appartamenti che tornano nelle disponibilità dei gestori e che devono essere ristrutturati prima di essere riassegnati. Ma le risorse a disposizione non sono sufficienti".

Per far fronte a questa nuova criticità, fa sapere Ceccarelli, "abbiamo deciso di intervenire e già con la prossima variazione di bilancio la Regione metterà a disposizione circa 3 milioni di risorse aggiuntive per la ristrutturazione degli alloggi di risulta. È uno sforzo importante, ma riteniamo sia necessario per testimoniare la continuità e la serietà dell'impegno regionale".

Fonte: Agenzia Dire
Casa, in Toscana meno sfratti e più acquisti. Mille Erp assegnati
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento