Toscana
stampa

Comuni toscani. Accordo Anci-Sindacati: tariffe bloccate nel 2019

Lasciare invariate le tariffe sui servizi o aumentarle seguendo un principio di progressività, rafforzare la lotta all'evasione fiscale, attivare i fondi anticrisi e di sostegno per chi perde il lavoro, estendere l'Isee. Sono questi gli impegni principali presi congiuntamente da Anci Toscana insieme a Cgil, Cisl, Uil condensati nel rinnovo per il 2019 dell'accordo quadro firmato oggi. 

Percorsi: Comuni - Servizi - Sindacati - Toscana
Bollette da pagare

L'associazione dei Comuni promette, inoltre, un'attenzione per il fondo sull'autosufficienza, per le politiche per la casa, l'infanzia, oltre a un monitoraggio delle zone distretto nella sanità, all'efficientamento dei servizi, al contrasto della povertà. Il filo conduttore è la tutela delle amministrazioni cittadine, dei loro dipendenti e dei cittadini che usufruiscono dei servizi. Un metodo, quello del confronto e della concertazione, che Anci e sindacati seguono ormai da diversi anni. «La collaborazione tra Anci e organizzazioni sindacali è estremamente importante- afferma Francesco Casini, responsabile per la Finanza locale dell'associazione dei sindaci- e invitiamo tutti i Comuni ad aderire al protocollo, in particolare nella costruzione dei loro bilanci. Il nostro impegno condiviso è fondamentale per dare risposte concrete alle nostre comunità, in particolare per l'equità sociale e gli investimenti per i territori».

Fonte: Agenzia Dire
Comuni toscani. Accordo Anci-Sindacati: tariffe bloccate nel 2019
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento