Toscana
stampa

Cooperazione, delegazione di Shalom in partenza per Benin e Togo

Dal 28 luglio al 9 agosto un gruppo di 20 persone del Movimento Shalom, di cui 14 ragazzi tra i 16 e i 25 anni, saranno dapprima in Benin, per l'inaugurazione di una casa famiglia e poi in Togo per visitare un centro di formazione a Lomé, che accoglie bambini abbandonati.

Percorsi: Africa - Benin - Cooperazione - Shalom - Togo
Delegazione di Shalom in Benin

Siamo ormai abituati dalle cronache dei media a leggere e ascoltare storie di giovani africani che cercano fortuna in Italia; questa volta il percorso è esattamente l’inverso, dall’Italia all’Africa nel segno della cooperazione e della solidarietà: un gruppo di 20 persone, di cui 14 ragazzi tra i 16 e i 25 anni in partenza il 28 luglio e con rientro il 9 agosto, si recherà prima in Benin per l’inaugurazione di una casa famiglia per 40 bambini a Lokossa intitolata a Riccardo e Ruggero Di Flavio, e successivamente in Togo per visitare il centro «La Casa di Giacomo&Vanda per il Togo» un centro di formazione a Lomé, che grazie ai proventi di un panificio realizzato con il sostegno di Unicoop Tirreno, accoglie «les enfants de la plage» i bambini abbandonati della spiaggia della città.

Ogni anno il Movimento Shalom organizza dei viaggi di conoscenza nei paesi del mondo con cui da anni coopera, con l’obiettivo di far conoscere le realtà culturali, sociali, economiche, politiche e religiose di questi luoghi. «Siamo convinti infatti – dichiara don Andrea Cristiani, fondatore di Shalom e guida del gruppo - che la conoscenza migliori e stimoli l’impegno nel volontariato». Al tempo stesso questi viaggi sono uno strumento di verifica e monitoraggio, in quanto i viaggiatori possono verificare di persona come vengono usate le donazioni che riceviamo, incontrare i bambini sostenuti a distanza, visitare i progetti realizzati, toccare con mano il cambiamento della condizione di vita di coloro che hanno beneficiato dei nostri progetti, rispetto a coloro che non ne hanno avuta ancora la possibilità.

«Dal punto di vista umano – continua don Andrea - un viaggio in un paese africano è un’esperienza molto forte, che può cambiare il modo in cui si vive la propria quotidianità e con cui ci approcciamo alle altre persone, per questo è un’esperienza importante da fare soprattutto per i giovani poiché porta i protagonisti a scoprire il senso più profondo del vivere».

Per salutare i partenti del viaggio il Movimento Shalom organizza il 26 Luglio a Fucecchio sul Poggio Salamartano una festa di saluto al gruppo, con il seguente programma:

ore 18,00 – Messa in Collegiata e mandato ai giovani Shalom
ore 21,00 – Cena di Beneficenza sul Poggio Salamartano (su prenotazione allo 0571-400462)
ore 21,30 – conclusione della rassegna teatrale «Commediando sul Poggio 2017» consegna delle targhe di ringraziamento per la partecipazione delle compagnie intervenute e consegna del contributo solidale al Movimento Shalom. Nel corso della serata animazione musicale con i «BLUE CONFINE»
ore 23,00 – saluto e brindisi con i giovani del viaggio umanitario in Africa

Cooperazione, delegazione di Shalom in partenza per Benin e Togo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento