Toscana
stampa

Croce Rossa, anche a Firenze tamponi rapidi e gratuiti nella stazione ferroviaria

A partire da oggi chiunque senza alcun costo, prenotazione o prescrizione medica potrà sottoporsi al tampone antigenico rapido nei centri allestiti dalla Croce rossa italiana. Bari Centrale, Bologna Centrale, Stazione di Cagliari, Firenze S.M.N., Palermo Centrale, Reggio Calabria Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia sono le stazioni ferroviarie dove, grazie agli spazi concessi dal gruppo FS, i cittadini potranno usufruire di un servizio che si sta rivelando fondamentale.

Percorsi: coronavirus
tampone

Come già sperimentato a Roma Termini e Milano Centrale, dove si effettuano in media oltre 600 tamponi al giorno, l’attività è finalizzata a dare la possibilità a tanti, soprattutto alle persone più vulnerabili, di effettuare il test gratuitamente ma, anche, a viaggiare in sicurezza.
L’iniziativa vede impegnati operatori sanitari e volontari della Croce Rossa da Nord a Sud per uno screening sempre più capillare e accessibile che andrà avanti fino a settembre e consentirà, a pieno regime, di effettuare fino a 3mila tamponi al giorno su tutto il territorio nazionale.
I costi del progetto sono sostenuti dalla Croce rossa italiana grazie al contributo della Commissione europea (Direzione generale per la salute e la sicurezza alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione internazionale delle Società di Croce rossa e Mezzaluna rossa, ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei (Austria, Germania, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) effettuate dalle rispettive Società Nazionali della Croce Rossa.

Fonte: Sir
Croce Rossa, anche a Firenze tamponi rapidi e gratuiti nella stazione ferroviaria
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento