Toscana
stampa

DALAI LAMA: DOPO IL RINVIO DELLA CITTADINANZA ONORARIA A MILANO IL PRESIDENTE ROSSI LO INVITA IN TOSCANA

Percorsi: Regione
Parole chiave: enrico rossi (422), dalai lama (4), toscana (513)

Il Consiglio comunale di Milano - con la maggioranza guidata dal sindaco vendoliano Giuliano Pisapia - nei giorni scorsi ha rinviato il conferimento della cittadinanza onoraria del capoluogo lombardo al Dalai Lama. Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, invita il Dalai Lama a Firenze per partecipare al Meeting di dicembre che, ogni anno, l'amministratore regionale organizza nei giorni in cui ricorre l'anniversario della firma della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (10 dicembre 1948). Rossi ha scritto una lettera per il Dalai Lama evidenziando come ogni anno, in questo Meeting, ''migliaia di giovani studenti toscani si incontrano e hanno l'opportunità di ascoltare, dalla viva voce dei testimoni del nostro tempo, l'importanza di una politica effettiva in favore dei diritti umani nel mondo''. Ricordato come un identico invito fosse partito anni fa proprio verso il Dalai Lama, Enrico Rossi si rimette alla scelta del Dalai per quanto riguarda l'anno sempre attorno al 10 dicembre. ''La Sua universalmente riconosciuta autorevolezza come uomo di pace e di dialogo fra i popoli e le religioni - aggiunge Rossi al Nobel per la Pace 1989 - sarebbe il miglior modo per celebrare il 17° Meeting per i diritti dell'Uomo, in Toscana''. Enrico Rossi fa infine presente le ''buone relazioni'' intercorrenti con l'Istituto Lama Tzong Khapa che ha sede in Toscana da 35 anni e con il nuovo progetto per una comunità monastica a Pomaia (Pisa).

DALAI LAMA: DOPO IL RINVIO DELLA CITTADINANZA ONORARIA A MILANO IL PRESIDENTE ROSSI LO INVITA IN TOSCANA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento