Toscana
stampa

Da Siena a Pisa e Massa, ballottaggi ad alto rischio per il centrosinistra

Questa domenica 24 giugno ballottaggi in tutti e sei i Comuni toscani sopra i 15 mila abitanti che dovevano rinnovare le amministrazioni. Nella città del Palio l’uscente Bruno Valentini si apparenta con l’ex sindaco Ds Pierluigi Piccini. Sotto la Torre pendente il candidato Pd si accorda con due candidati di liste civiche per tentare di rimontare Michele Conte.

Schede elettorali (foto Sir)

Pronostico molto incerto in tutti e sei i Comuni toscani dove domenica 24 giugno si vota (dalle 7 alle 23) per i ballottaggi. Cinque di questi hanno amministrazioni uscenti di centrosinistra, che in alcuni casi era stato vincente al primo turno. Due le città dove vi sono stati apparentamenti: Siena e Pisa. Nella città del Palio il sindaco Pd uscente, Bruno Valentini, che al primo turno aveva ottenuto il 27,4% (contro il 39,60 di cinque anni fa), può contare nell’appoggio della civica dell’ex-sindaco Ds Pierluigi Piccini (21,27%) per battere il candidato di centrodestra Luigi De Mossi (24,23%). Decisivi saranno anche i voti delle civiche che sostenevano Massimo Sportelli (15,99%).

Altro apparentamento a Pisa per il candidato di Pd e civica, Andrea Serfogli (32,25%), che alleandosi con due liste civiche (Antonio Veronese, 6,07%; Maria Chiara Zippel, 1,55%) cerca di rimontare quello del centrodestra, Michele Conti (33,36%), che pur senza apparentarsi, ha però il sostegno della civica di Raffaele Latrofa (6,63%). Anche il pentastellato Gabriele Amore (9,90%) ha fatto capire di «preferire forze politiche alternative al Pd» con cui «portare avanti il programma del cambiamento e della discontinuità». Nessuna indicazione da Francesco Auletta (Rc-civiche 7,7%) che però fa capire che la scelta dei suoi elettori sarà tra Serfogli o l’astensione.

Terzo capoluogo al voto è Massa. Anche qui la candidata del M5s, Luana Mencarelli, arrivata al 15,05% (ben al di sotto delle politiche), ha chiuso ad accordi, nonostante la «corte» del sindaco uscente Pd, Alessandro Volpi, in vantaggio con il 33,94%. A sfidarlo è il candidato del centrodestra Francesco Persiani (27,82%) che spera nei voti delle civiche di Sergio Menchini (13,14%) che si è detto favorevole alla «discontinuità».

A Campi Bisenzio il sindaco Pd uscente, Emiliano Fossi (42,15%), parte con un discreto vantaggio sulla candidata del centrodestra, Maria Serena Quercioli (28,78%) e sulla carta potrebbe raccogliere qualche consenso anche tra i sostenitore della lista di sinistra (e civiche) dell’ex-sindaco Ds Adriano Chini (23,15%). Assenti i Cinque stelle, l’altra lista, Potere al popolo!, non ha dato indicazioni.

A Pescia, il Pd, che con Elisa Romoli ha raccolto solo l’11,4% delle preferenze, non darà indicazioni di voto. In testa c’è l’ex sindaco dem (dimessosi per un’inchiesta), ora sostenuto da cinque liste civiche, Oreste Giurlani, che parte da un buon 38,8% sul candidato di centrodestra Francesco Conforti (22,59%), rimasto ben al di sotto del potenziale, penalizzato anche dal risultato in controtendenza della Lega, crollata dal 23,24% del 4 marzo al 9,17%.

Infine Pietrasanta, l’unica amministrazione uscente di centrodestra, costretta al voto dalle dimissioni del sindaco Massimo Mallegni, di Forza Italia, candidatosi alle elezioni politiche. Il candidato del centrodestra (e civica Mallegni) Alberto Stefano Giovannetti, è in testa con il 39,8% e può contare sull’appoggio «senza condizioni» del terzo arrivato, Daniele Mazzoni con la civica «Siamo Pietrasanta» che non ha invece trovato convergenze con Ettore Neri, del centrosinistra (33,7%). Nessuna indicazione, invece, da Nicola Briganti (M5s, 8,53%).

Siena

Bruno Valentini
Pd - civica 27,40%

Luigi De Mossi
Lega - Fi - FdI - civica 24,23%

Altri: Pierluigi Piccini (civica, 21,27%), Massimo Sportelli (civiche, 15,99%), Alessandro Vigni (Potere al Popolo!-sinistra, 3,89%), Alessandro Pinciani (civiche, 2,60%), Sergio Fucito (Casapound, 2,15%), David Luciano Chiti (civica, 1,70%), Nadia Maggi (civica, 0,73%)

Pisa

Michele ContI
Lega - FdI - Fi 33,36%

Andrea Serfogli
Pd - civiche 32,25%

Altri: Gabriele Amore (M5S, 9,90%), Francesco Auletta detto Ciccio (Rc - civiche, 7,79%), Raffaele Latrofa (civica, 6,63%), Antonio Veronese (civiche, 6,07%), Maria Chiara Zippel (civiche, 1,66%), Simonetta Ghezzani (sinistra, 1,40%), Veronica Marianelli (Psi, 0,54%), Paolo Casole (P. com., 0,27%)

Massa

Alessandro Volpi
Pd - sinistra - civiche 33,94%

Francesco Persiani
Lega - Fi - FdI - PdF - civica 28,18%

Altri: Luana Mencarelli (M5s, 15,05%), Sergio Menchini (civiche, 13,14%), Nicola Cavazzuti (Potere al popolo!, 3,64%), Francesco Mangiaracina (Casapound - civica, 1,97%), Lorenzo Pascucci (civica, 1,91%), Marco Bondielli (P. com., 0,80%), Pierpaolo Bertilorenzi (civica, 0,67%), Andrea Biagioni (civica, 0,65%)

Campi Bisenzio 

Emiliano Fossi
Pd - civiche 42,15%

Maria Serena Quercioli
Lega - Fi - FdI - civica  28,78%

Altri: Adriano Chini (sinistra - civiche 23,15%); Lorenzo Ballerini (Potere al popolo! 5,89%)

Pescia

Oreste Giurlani
civiche  38,86%

Francesco Conforti
Lega - Fi - FdI - civica 22,59%

Altri: Elisa Romoli (Pd, 11,42%), Giancarlo Mandara (civica, 8,57%), Giacomo Melosi (Casapound - civica, 8,54%), Marco Ardis (M5s, 6,38%), Angelo Morini (civica, 3,61%)

Pietrasanta 

Alberto Stefano Giovannetti
Lega - Fi -FdI - civica 39,81%

Ettore Neri
Pd - civica  33,71%

Altri: Daniele Mazzoni (civica, 15,05%), Nicola Briganti (M5s, 8,53%), Marco Dati (sinistra, 2,86%)

Da Siena a Pisa e Massa, ballottaggi ad alto rischio per il centrosinistra
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento