Toscana
stampa

Diocesi San Miniato: “nessuna intenzione di vendere chiesa e canonica di San Pantaleo per monetizzare”

E’ la risposta alla protesta messa in atto ieri fuori dalla chiesa di Lazzeretto e alle notizie diffuse dal Comitato Fai

Diocesi San Miniato: “nessuna intenzione di vendere chiesa e canonica di San Pantaleo per monetizzare”

In merito alla protesta inscenata, ieri, domenica 16 maggio, fuori dalla chiesa di Lazzeretto, e alle notizie diffuse dal Comitato Fai “Noi per San Pantaleo” a mezzo stampa e web, la diocesi di San Miniato precisa che “il passaggio dei beni di San Pantaleo (chiesa, canonica, compagnia) all’Istituto diocesano Sostentamento clero è stato richiesto espressamente e a più riprese, negli anni passati, dalla parrocchia, vista l’impossibilità oggettiva da parte di quest’ultima di restaurare l’intero complesso di sua pertinenza”.

Rilevando che “è venuta incontro a una necessità della parrocchia”, la diocesi riferisce di aver sempre “manifestato attenzione e ascolto nei confronti del Comitato Fai ‘Noi per San Pantaleo’ e gli uffici di Curia hanno sempre dato risposte, anche tramite il parroco”. Si fa presente, inoltre, che esiste un progetto di recupero e valorizzazione del complesso storico di San Pantaleo e si smentisce recisamente che “ci sia alcuna intenzione di vendere chiesa e canonica per monetizzare”. Si rileva, infine, che “la manifestazione svoltasi con l’esposizione di striscioni fuori dalla chiesa nell’imminenza della celebrazione delle Cresime, strumentalizzando così, senza alcun rispetto dei bambini e delle loro famiglie, un momento che avrebbe dovuto essere di festa e di serenità, è stata assolutamente sconveniente e inaccettabile”.

Fonte: Sir
Diocesi San Miniato: “nessuna intenzione di vendere chiesa e canonica di San Pantaleo per monetizzare”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento