Toscana
stampa

Disabilità. A Firenze arriva orto inclusione per ragazzi e adulti

Alla Piccola Casa della Divina Provvidenza di Firenze arriva l'orto che crea inclusione sociale. Prende il via «Demetra», il progetto sottoscritto in forma sperimentale sostenuto dalle farmacie comunali fiorentine (Afam).

Percorsi: Disabilità - Firenze
Disabilità

Il progetto prevede percorsi di inclusione sociale e autonomia rivolti sia a ragazzi con disabilità, che si trovano nella fase conclusiva del proprio percorso scolastico, sia ad adulti con disabilità acquisita. Tutto parte da un orto di circa 200 metri quadri su cui i giovani potranno imparare il mestiere agricolo attraverso diversi corsi di formazione attivati quattro giorni a settimana dalle 9 alle 16. Gli studenti avranno a disposizione un tecnico agronomo, un educatore di Afam e un operatore socio sanitario. Opereranno all'aperto e in una serra prefabbricata. Qui i giovani avranno l'opportunità di sperimentarsi fuori dal contesto familiare e scolastico in un ambiente che consente l'apprendimento di nuove competenze mediante il contatto con la terra e la natura.

«“Demetra” è il primo progetto del genere a livello nazionale», sottolinea l'assessore al Welfare, Sara Funaro. «L'orto dell'inclusione permette loro di sviluppare al meglio le loro competenze per farli entrare con più facilità nel mondo del lavoro», aggiunge. Nel contesto agricolo, vicino al terreno, sono annesse altre strutture necessarie per l'accoglienza e lo svolgimento delle attività: spogliatoio, ripostiglio attrezzi, mensa per il pranzo, altri locali. Il progetto dopo una fase sperimentale di 6 mesi potrà essere riproposto per un altro anno.

Fonte: Agenzia Dire
Disabilità. A Firenze arriva orto inclusione per ragazzi e adulti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento