Toscana
stampa

GAZA, PAX CHRISTI ITALIA: MASSACRO INAUDITO. ORA SANZIONI E FINE DELL'EMBARGO

Percorsi: Mondo
Parole chiave: terra santa (366), ebrei (137), palestinesi (6), caritas (569), gaza (176)

“Un atto di pirateria e di terrorismo internazionale. Un crimine che stavolta risulta impossibile nascondere nell'abituale impunità a cui Israele ci ha tristemente abituati”. Così Pax Christi Italia commenta la notizia dell'assalto alla flottiglia di pacifisti che portavano aiuti umanitaria nella Striscia di Gaza. “Chiediamo l'immediata liberazione dei pacifisti arrestati – afferma -, la rottura immediata dell'embargo cominciando dagli aiuti che le navi portavano da ogni parte del mondo. E poi sanzioni economiche e un'inchiesta internazionale per ‘un crimine che poteva e doveva essere evitato, anche perché il blocco degli alimenti è totale'”. Pax Christi dice di aver parlato stamattina con il parroco di Gaza padre Jorghe che chiede “non solo solidarietà, ma giustizia e coraggio nella denuncia”. “Vogliamo soprattutto sentir riportare dai nostri media la realtà di un crimine che nessun Paese vorrebbe riconoscere come sua responsabilità – sottolinea -. Diecimila tonnellate di aiuti per un milione e mezzo di persone che vivono da anni sotto embargo totale, dopo aver subito e ancora non curato l'orrore e le ferite inferti da operazione Piombo fuso, un anno e mezzo fa”.
Sir

GAZA, PAX CHRISTI ITALIA: MASSACRO INAUDITO. ORA SANZIONI E FINE DELL'EMBARGO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento