Toscana
stampa

GIOVANI, CON «LIBERA» NELLE TERRE CONFISCATE DALLA MAFIA

Percorsi: Regione
Parole chiave: legalit (59), libera (74), mafia (66)

Tornano anche quest'anno i campi di lavoro estivi 2008 organizzati da Libera Toscana sulle terre confiscate alla mafia. È ancora possibile partecipare alle esperienze che si terranno fra le date 30 giugno - 7 luglio e 1 settembre - 8 settembre, presso la Coop Valle del Marro di Gioia Tauro in provincia di Reggio Calabria. I volontari collaboreranno con i soci della cooperativa Valle del Marro facendo esperienze di lavoro, cura dell'ambiente, socialità e riflessione. La giornata tipo si articolerà in tre momenti: attività lavorativa, formazione e animazione territoriale. L'attività lavorativa, concentrata nelle ore mattutine, si svolgerà sui terreni confiscati nei comuni di Gioia Tauro e Oppido Mamertina. Il lavoro prevede: gestione delle colture (raccolta, trasformazione e diserbo meccanico); operazioni preliminari di pulizia dell'oliveto; ristrutturazione del centro aziendale della cooperativa. Il pomeriggio sarà dedicato a sessioni formative sui temi dell'antimafia mentre la sera verranno organizzati momenti di animazione nei centri urbani. La Regione Toscana rimborserà l'intero costo del viaggio andata-ritorno a tutti i partecipanti in partenza dalla Toscana. Inoltre, con grande probabilità, sovvenzioni alimentari dell'Unicoop Firenze permetteranno di eliminare, o di ridurre drasticamente, anche i contributi giornalieri per il vitto (inizialmente stimati nella cifra di 10 euro al giorno). Per qualsiasi informazione o richiesta: Raffaele Godoli email toscana@libera.it, tel. 055/3841741, cel. 348/9909443.

GIOVANI, CON «LIBERA» NELLE TERRE CONFISCATE DALLA MAFIA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento