Toscana
stampa

Gioco. In Toscana slot vietate entro 500 metri dai bancomat

Nuova stretta sulle sale da gioco in Toscana. Il Consiglio regionale, come riportato oggi dal quotidiano La Repubblica, si avvia ad introdurre nuove limitazioni e nuovi ostacoli per le sale che consentono vincite in denaro: niente centri scommesse e niente slot entro i 500 metri anche da bancomat e «Compro oro».

Percorsi: Gioco d'azzardo - Regione
Gioco d'azzardo (Foto Sir)

Inoltre, tutti i gestori dei centri gioco saranno obbligati a corsi di formazione e aggiornamento. A questo nuovo regolamento ci sta lavorando la consigliera regionale di «Articolo 1 - Mdp» Serena Spinelli. Il nuovo testo potrebbe essere approvato nei primi giorni del nuovo anno.

E nel frattempo, per contrastare e prevenire la ludopatia, è pronto in Toscana il numero verde. È una delle principali iniziative del nuovo piano regionale contro la dipendenza da gioco d'azzardo, un piano già approvato dal Ministero della Salute e in fase di lancio in tutta la regione. Il numero verde sarà accessibile a chiunque abbia bisogno e presenti una patologia o un principio di patologia legata al gioco d'azzardo, purtroppo sempre più diffuso in Italia. A rispondere ci sarà un pool di quattro esperti psicologi e psicoterapeuti, che potranno fornire informazioni utili sulle cure nel territorio toscano oppure potranno fornire, più semplicemente, una prima assistenza telefonica. Un'iniziativa importante e originale che costa circa 120.000 euro e che è stata lanciata dall'assessore regionale alla salute e alle politiche sociali Stefania Saccardi con l'aiuto dei dirigenti e dei tecnici che lavorano sul fronte delle dipendenze negli uffici della Regione. 

Fonte: Agenzia Dire
Gioco. In Toscana slot vietate entro 500 metri dai bancomat
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento