Toscana
stampa

INDIA, UN LIVORNESE L'ITALIANO UCCISO A MUMBAI; IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI LIVORNO

Percorsi: Mondo
Parole chiave: terrorismo (193), india (114)

Appresa la notizia che Antonio Di Lorenzo, l'italiano rimasto ucciso nell'attentato terroristico a Mumbai, era cittadino livornese ( nato a Roma ma residente a Livorno dal ‘72), il sindaco della città labronica, Alessandro Cosimi, ha espresso il cordoglio, suo personale e della città, alla famiglia: al figlio Massimiliano, anch'egli a Mumbai, alla moglie Emilia Piera ed all'altro figlio Gabriele, che invece si trovano a Livorno. Il Sindaco, oggi a Roma per impegni istituzionali, ha inoltre offerto, tramite il Capo di gabinetto, la massima disponibilità per qualsiasi aiuto si rendesse necessario, sia per il figlio Massimiliano, sia nei confronti degli altri familiari. Profondo cordoglio per la morte di Antonio Di Lorenzo è stato espresso anche dal presidente della Regione Toscana, Claudio Martini. «In questo momento di autentica tragedia - ha detto Martini – voglio esprimere alla famiglia Di Lorenzo, colpita dall'assurda furia omicida del terrorismo, l'affettuosa vicinanza mia e dell'intera giunta regionale».Nel pomeriggio, l'assessore regionale alla cooperazione internazionale, Massimo Toschi, ha raggiunto per telefono il figlio di Di Lorenzo, Massimiliano, ospite nella casa del console italiano a Mumbai. «E' distrutto dal dolore dice Toschi - ma sta fisicamente bene ed assistito dal personale diplomatico italiano».

INDIA, UN LIVORNESE L'ITALIANO UCCISO A MUMBAI; IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI LIVORNO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento