Toscana
stampa

Affluenza in calo ed emorragia di voti per i grandi partiti.

In Toscana cala il Pd, crolla il Pdl, trionfa Grillo

La Toscana conferma le tendenze nazionali, con il centrosinistra in calo, la netta vittoria dei grillini e un risultato non esaltante per la lista Monti, che alla Camera toglie voti all'Udc. Delusione per Rivoluzione civile di Ingroia, che ottiene il 2,69% alla Camera e qualche decimale in meno al Senato. Ma in Toscana va piuttosto male anche il centrodestra, con la Lega, che nelle ultime elezioni aveva iniziato a sfondare in alcune zone, ridotta ai minimi termini. In calo l'affluenza (79,19%). Ecco i risultati definitivi e gli eletti in Toscana.

Percorsi: Elezioni - Parlamento - Politica
In Toscana cala il Pd, crolla il Pdl, trionfa Grillo

Al Senato vince il centrosinistra con il 43,45% dei consensi. Ma cinque anni fa era al 50,47, oltre sette punti sopra. I voti dell'Idv (3,34%) sono stati rimpiazzati questa volta da Sel (3,60), quindi il crollo è tutto del Pd che passa dal 47,13% al 39,50%. La perdita reale di consensi è impressionante: dal 1.115.194 di voti che ebbe Veltroni, si scende ai 897.585 per Bersani. Ancora peggio è andato il centrodestra che oggi è 21,30%, contro il 34,39 di cinque anni fa. In termini di voti reali è passato da 760.088 a 440.034, perdendo ben 320 mila voti. Qui il crollo è sia del Pdl, che passa dal 32,46% al 18,01%, che della Lega Nord (dal 1,93% allo 0.76%). Fratelli d'Italia del duo Meloni-Crosetto ottiene l'1,79%.

Il vero vincitore è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che in solo balzo ottiene 469.184 voti pari al 22,71%, diventando secondo partito in Toscana. La Lista Monti raccoglie 167.848 voti, pari all'8,12%, un risultato superiore a quello dell'Udc del 2008 (4,16), ma ben al di sotto delle aspettative. Rivoluzione civile di Ingroia, che raccoglieva anche l'eredità dell'Idv di Di Pietro, si ferma ad un modestissimo 2,19% (45.399 voti) che lo pone fuori dal Senato.

Gli eletti al Senato. Il centrosinistra si aggiudica 10 seggi (9 Pd e 1 Sel), 4 M5S, 3 al centrodestra (Pdl), 1 Con Monti per l'Italia. Per il Pd arriveranno a palazzo Madama la sindacalista Valeria Fedeli, l'ex presidente Claudio Martini, l'assessore di Palazzo Vecchio Rosa Maria di Giorgi e la vicepresidente della provincia di Firenze Laura Cantini, i parlamentari uscenti Andrea Marcucci, Maria Grazia Gatti, Manuela Granaiola, Donella Mattesini e Marco Filippi. Per Sel arriverà Alessia Petraglia. Per il Pdl l'ex ministro Altero Matteoli, Denis Verdini e Riccardo Mazzoni, se Berlusconi opterà per un altro seggio. Per la Lista Monti dovrebbe entrare Stefania Giannini, rettore dell'università per stranieri di Perugia. Per il M5s risultano eletti l'analista contabile Laura Bottici, l'infermiera Alessandra Bencini, il medico Maurizio Romani e Sara Paglini, grafica.

I risultati alla Camera. Il centrosinistra vince anche alla Camera in Toscana, ma con una percentuale più bassa: il 41,56%, a dimostrazione di un minore appeal sulle fasce giovanili. Cinque anni fa la forbice con il voto al Senato era quasi nulla (50,31%). Qui i voti reali persi dalla coalizione 271 mila su 1.193.321 del 2008. Il Pd ottiene il 37,46%, Sel il 3,78% e il Centro democratico di Tabacci appena lo 0,31%. Ancora più netta l'affermazione del Movimento 5 stelle che ottiene 532.875 voti, pari al 24,01% e si piazza saldamente al secondo posto tra i partiti toscani. Il Pdl ottiene solo 388.065 voti (17,48%), quasi la metà di quelli del 2008 (749.123 pari al 31,58%). La coalizione di centrodestra si ferma ad un modesto 20,71% con la Lega allo 0,73% e Fratelli d'Italia all'1,80. La Destra di Storace è allo 0,57% e il Mir di Samorì allo 0,11%. La coalizione guidata da Monti, che alla Camera correva con tre simboli, ottiene 187.287 voti, pari all'8,43%. Il raffronto con il 2008 qui si fa male, perché delle tre liste c'era solo l'Udc che aveva ottenuto 98.573 voti (4,15%), mentre oggi solo 25.532 (1,15%). Segno evidente del "travaso" da Udc a Scelta civica. Futuro e Libertà di Fini ottiene solo 7.946 voti (0,35%.

Rispetto al Senato va leggermente meglio Rivoluzione civile di Ingroia con il 2,69%, mentre Fare per fermare il declino di Oscar Giannino è sotto il punto percentuale (21.233 voti pari allo 0,95%). Alle altre liste solo qualche punto decimale, con il Partito comunista dei lavoratori allo 0,67%, Forza Nuova allo 0,31%, i radicali allo 0,26%, Casapound Italia allo 0,20 e Io amo l'Italia di Magdi Cristiano Allam allo 0,16%.

Qui la ripartizione dei seggi è più complessa, perché è su base nazionale. Grazie al premio di maggioranza scattato per appena 124 mila voti, in Toscana al Pd ne andranno 23, 2 a Sel e 1 al Centro democratico (26 in totale alla coalizione). Il Pdl ne avrebbe solo 4 e 1 Fratelli d'Italia. Scelta civica di Monti ne prende 2 e il Movimento 5 stelle ben 5.

Gli eletti alla Camera

Gli eletti al Senato

Quale governo? Vai al nostro sondaggio

Tabella elezioni Toscana

Media Gallery

In Toscana cala il Pd, crolla il Pdl, trionfa Grillo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento