Toscana
stampa

LAVORO, IRPET: NEL PRIMO SEMESTRE - 2,1% OCCUPAZIONE; 10% DISOCCUPAZIONE REALE

Percorsi: Regione
Parole chiave: lavoro (615), crisi economica (372), cassa integrazione (116)

(ASCA) - Firenze, 13 dic - I dati confortanti dell'ultimo trimestre non mettono al riparo il mercato del lavoro toscano dai pesanti colpi di coda della crisi. è quanto emerge dal rapporto Irpet 'Il Mercato dellavoro in Toscana 2010' presentato oggi. Il Mercato del lavoro mostra infatti nel primo semestre una debolezza per certi versi superiore a quella osservata nel pieno della recessione. Si conferma infatti il calo occupazionale, soprattutto giovanile e nell'industria. La disoccupazione, se ufficialmente si attesta al 6,8%, sale al 10% considerando anche i cassaintegrati e gli scoraggiati. In deciso aumento anche i giovani 'Neet' (Neither in Education nor in Employment or Training), i ragazzi che non lavorano, non studiano né stanno facendo ormazione di alcun tipo, saliti al 16% nella nostra regione. In calo l'offerta di lavoro, aumentano gli scoraggiati: a partire dal corrente anno si arresta la dinamica crescente della forza lavoro. In termini percentuali la flessione su base semestrale è pari a 0,8 punti (circa 14mila attivi in meno rispetto al primo semestre del 2009). Il decremento è guidato dalla componente più giovane della popolazione (meno di 35 anni) e dalle donne. Cala ancora l'occupazione, specie giovanile e nell'industria: nel primo semestre del 2010 si registrano 1,541 mln di occupati (-2,1%, pari a 33mila occupati in meno). La caduta dell'occupazione colpisce prevalentemente le donne e soprattutto i più giovani, che sono stati i primi a perdere l'occupazione. Il calo occupazionale è stato particolarmente consistente nell'industria in senso stretto (- 9400 occupati), con 6.400 unità in meno nel comparto manifatturiero. Il calo di occupati industriali è stato più marcato che altrove ed oggi la quota dell'occupazione industriale sul totale è in Toscana al 19,5%, addirittura inferiore al dato nazionale (20%) e a quello delle principali regioni del centro nord (Lombardia, 25,8%; Emilia Romagna, 27,1%). Per contro, durante la parte più acuta della recessione, si è verificata una tenuta significativa dell'occupazione nei servizi, tale che oggi la Toscana è una regione ampiamente terziarizzata (68,1% del totale, a fronte del 67,7% nazionale).

LAVORO, IRPET: NEL PRIMO SEMESTRE - 2,1% OCCUPAZIONE; 10% DISOCCUPAZIONE REALE
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento