Toscana
stampa

La guerra minaccia le sorti dell'umanità

«Quando la guerra, come in questi giorni in Iraq, minaccia le sorti dell'umanità, è ancora più urgente proclamare, con voce forte e decisa, che solo la pace è la strada per costruire una società più giusta e solidale. Mai la violenza e le armi possono risolvere i problemi degli uomini». Lo ha detto Giovanni Paolo II sabato mattina, ricevendo gli operatori di Telepace, intervenendo così per la prima volta pubblicamente sul conflitto in corso.
Domenica, all'Angelus, dopo la cerimonia di beatificazione in piazza San Pietro, Giovanni Paolo II è tornato a pregare per le vittime di questo conflitto. «Ci rivolgiamo ora a Maria Santissima, che i nuovi Beati hanno amato e venerato con speciale devozione. Da Lei imploriamo, soprattutto in questo momento, il dono della pace - ha detto il Papa dando particolare enfasi alla parola pace -. A Lei affidiamo, in particolare, le vittime di queste ore di guerra ed i familiari che sono nella sofferenza. Ad essi mi sento spiritualmente vicino con l'affetto e con la preghiera».

Domenica 23 marzo in tutte le chiese della Toscana è stato letto un appello dei vescovi della regione nel quale si esprime «dolore e riprovazione nel constatare come a nulla sono valsi i ripetuti appelli del Papa» e che «la logica della violenza ha prevalso sul desiderio di pace di gran parte dell'umanità».

Il Papa sconfitto (Giordano Frosini)

Il mondo in fiamme, visto dal Carmelo

Guerra all'Iraq, preghiere e proteste

Appello dei vescovi toscani contro la guerra in atto

Guerra all'Iraq: per saperne di più

Parole chiave: guerra iraq (8)

«Quando la guerra, come in questi giorni in Iraq, minaccia le sorti dell'umanità, è ancora più urgente proclamare, con voce forte e decisa, che solo la pace è la strada per costruire una società più giusta e solidale. Mai la violenza e le armi possono risolvere i problemi degli uomini». Lo ha detto Giovanni Paolo II sabato mattina, ricevendo gli operatori di Telepace, intervenendo così per la prima volta pubblicamente sul conflitto in corso.
Domenica, all'Angelus, dopo la cerimonia di beatificazione in piazza San Pietro, Giovanni Paolo II è tornato a pregare per le vittime di questo conflitto. «Ci rivolgiamo ora a Maria Santissima, che i nuovi Beati hanno amato e venerato con speciale devozione. Da Lei imploriamo, soprattutto in questo momento, il dono della pace - ha detto il Papa dando particolare enfasi alla parola pace -. A Lei affidiamo, in particolare, le vittime di queste ore di guerra ed i familiari che sono nella sofferenza. Ad essi mi sento spiritualmente vicino con l'affetto e con la preghiera».

Domenica 23 marzo in tutte le chiese della Toscana è stato letto un appello dei vescovi della regione nel quale si esprime «dolore e riprovazione nel constatare come a nulla sono valsi i ripetuti appelli del Papa» e che «la logica della violenza ha prevalso sul desiderio di pace di gran parte dell'umanità».

Il Papa sconfitto (Giordano Frosini)

Il mondo in fiamme, visto dal Carmelo

Guerra all'Iraq, preghiere e proteste

Appello dei vescovi toscani contro la guerra in atto

Guerra all'Iraq: per saperne di più

Le prime reazioni nel mondo

Il profondo dolore del Papa

Dall'Italia appoggio logistico agli Usa

Il discorso alla Camera del presidente Berlusconi (versione integrale stenografica)

Il Papa si appella a S. Giuseppe

Bush a Saddam, 48 ore per lasciare l'Iraq

L'Angelus del Papa di domenica 16 marzo

Il vertice delle Azzorre

L'appello di Kofi Annan: il mondo deve restare unito

50 anni di storia sotto le macerie di una guerra annunciata

Un digiuno per cambiare il mondo (di Giulio Albanese)

Mons. Tauran: La guerra all'Iraq sarebbe un crimine

Digiuno per la pace, dalla Toscana un coro di sì

Il nostro no alla guerra è un no convinto e motivato (di Alberto Migone)

Un fermo no alla guerra all'Iraq. Il testo del messaggio dei vescovi toscani

I costi della guerra (di Romanello Cantini)

Iraq, parla Warduni, il vescovo ausiliare di Baghdad

Martini, la Toscana è con il Papa

La Carta dell'Onu

Onu-Iraq, la risoluzione sul disarmo

Vai al sondaggio

La guerra minaccia le sorti dell'umanità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento